A ogni tipologia il suo trattamento: come scegliere l'olio per capelli ideale

L'olio, essenziale o vegetale, è un prezioso ingrediente dell'hai care routine: esiste quello giusto per ogni tipo di capello

Olio per capelli

Foto Unsplash | Tamara Bellis

Scegliere l’olio per capelli giusto non è semplice: in commercio ce ne sono davvero tantissimi e con caratteristiche molto diverse tra loro.

Bisogna partire dall’analisi della propria chioma e delle sue esigenze: a seconda della sua struttura, lucentezza, morbidezza e dalla produzione di sebo, verrà scelto il prodotto ideale.

Gli oli garantiscono una buona protezione del capello grazie alla loro struttura grassa, ricca di Omega 3, creando un film che ne mantiene l’idratazione. Ma affinché non appesantiscano o secchino le punte (ebbene sì) bisogna seguire alcuni accorgimenti.

Oli per capelli: come usarli e quali scegliere

Innanzi tutto, gli oli vanno applicati sui capelli umidi, sia in caso di impacco pre-shampoo che come leave in. Questo perché l’acqua crea una sorta di barriera così che quando evaporerà, farà sì che l’olio rimanga sulla superficie del capello, proteggendolo e mantenendone la morbidezza. Utilizzati sui capelli asciutti, li renderanno opachi e pesanti.

Inoltre, è sempre meglio scegliere prodotti naturali. Gli oli derivano da estratti di piante, fiori o frutti dei quali mantengono tutte le proprietà positive: mescolarli con siliconi e derivati sintetici potrebbe depotenziarli e dare risultati migliori solo in apparenza.

Per quanto riguarda l’applicazione, meglio versare il prodotto sulla mano, anche in caso di spray, scaldarlo e poi passarlo sulle punte o in alcuni casi anche sulla cute: così ci sarà maggior controllo della quantità e si eviterà lo spiacevole effetto unto.

Vediamo insieme le diverse tipologie di capello e l’olio essenziale o vegetale più indicato.

Capelli secchi o crespi

In questo caso, l’olio per capelli è una vera e propria salvezza. Infatti gli impacchi pre-shampoo aiutano molto le fibre a trattenere l’acqua all’interno. L’ideale è inumidire i capelli, applicare l’olio dalle radici alle punte e tenere in posa almeno mezz’ora. Poi lavare e applicare una goccia di olio sulle punte poco prima di asciugare i capelli.

In questo caso, sono indicati l’olio di rosmarino, di argan (che va bene per tutte le esigenze), di cocco, di sesamo, canapa (ricco di vitamina B ed E, Omega 3 e 6 e acido oleico) e addirittura di oliva. Sono particolarmente ricchi e vanno usati con parsimonia, ma dopo un mesetto di applicazione costante, i capelli incominceranno a rinascere. Inoltre sono l’ideale per tenere a bada il crespo: non solo lisciano, ma aiutano a modellare i ricci dando definizione.

Uno dei migliori è l’olio di Weleda, che a base di olio di arachidi ed estratto di trifoglio.

Qui per acquistarlo

Capelli decolorati o rovinati

Se siete amanti dei capelli decolorati o dei cambi repentini di colore, bisogna avere ancora più cura. Anche in questo caso, oli particolarmente ricchi come quello di mandorle possono aiutare a evitare la secchezza dovuta a trattamenti estremi.

L’olio di Cosmesi Siciliana, proprio a base di mandorle dolci, è formulato con altri oli come quello di borragine e calendula, che lo rendono più efficace e facile da applicare.

Qui per acquistare

Capelli con forfora

Riuscire a riequilibrare il cuoio capelluto e limitare, se non eliminare del tutto, la produzione di forfora richiede pazienza e i prodotti giusti. Uno dei prodotti più indicati in tal senso è l’Olio di Neem, originario dell’India. va applicato sulla cute con costanza prima del lavaggio e lasciato agire il più a lungo possibile. Visto il caratteristico odore pungente, può essere diluito con acqua tiepida.

Qui per acquistare

Capelli sottili

Quando c’è bisogno di volume, meglio utilizzare pochissimi prodotti, ma giusti. Niente maschere o balsami troppo ricchi, così come meglio evitare leave in, creme e oli pesanti. Ma visto che c’è sempre bisogno di idratazione, meglio puntare sull’olio di jojoba, il più leggero in assoluto e che infatti è adatto anche ad essere applicato sul viso.

Altrimenti, se si preferisce qualcosa di più profumato, un’ottima soluzione sono gli oli secchi, che proprio per la loro consistenza sono impalpabili pure idratando. Il più famoso è l’Huile Prodigieuse di Nuxe, ma sono atrettanto validi quelli di Phitorelax, a base di diversi estratti.

Qui per acquistare

Capelli deboli a rischio caduta

Quando si nota una caduta anomala dei capelli, bisogna sì rinforzarli, ma anche stimolarli dalla radice. Se non si vuole ricorrere alle lozioni a base alcolica, questo caso i due grandi alleati sono l’olio di semi di lino, usato fin dall’antichità, l’olio di semi di zucca, che inoltre ha proprietà lenitive quindi ottimo anche in caso di cute irritata o forfora, e quello di girasole, che dona inoltre molta lucentezza.

Hair Oil Strong Amla di Khadi è a base di quest’ultimo ed è formulato insieme a erbe medicinali come l’amla e il brahmi per un effetto ancora più rinforzante: va massaggiato e lasciato agire prima di essere lavato via.

Qui per acquistare

Capelli grassi

Ebbene sì, esiste anche l’olio per capelli grassi. Infatti, non bisogna fare l’errore di pensare che in questo caso capelli vadano solo puliti in profondità, sgrassati appunto, senza prestare attenzione alla cute. I capelli grassi sono frutto di un’eccessiva produzione di sebo che va regolata e e non eliminata.

Meglio in questi casi optare per oli essenziali e non vegetali, poiché sono più leggeri: limone, tea tree oil, menta piperita, geranio, ortica e lavanda sono i più indicati. Frizionati sul cuoio capelluto pre-lavaggio o inseriti nello shampoo, sanno essere di grande aiuto. A questi va abbinato uno shampoo non troppo aggressivo.
Nel caso di punte secche, via libera a oli più corposi come quelli citati in precedenza, ma fare attenzione all’applicarne solo alle estremità della chioma.

L’Elisir Riequilibrante di Le Erbe di Janas è a base di estratti tra cui quello di neem ed è un vero e proprio booster per riequilibrare la produzione di sebo.

Qui per acquistare

Parole di Carlotta Tosoni