Come gestire al meglio i capelli fini

Modella con folta capigliatura di colore castano

Foto Shutterstock | VALUA VITALY

I capelli, oltre ad essere costituiti da cheratina, contengono al loro interno molti minerali come il magnesio, il selenio, il rame e il silicio. Quando manca uno o più di minerali, i capelli tendono a sfibrarsi e a cadere. Per questo motivo, è fondamentale che tutti gli elementi siano in equilibrio tra loro.

Lo spessore dei capelli può incidere fortemente sulla voluminosità e la caduta dei capelli. Spesso, chi ha i capelli fini deve utilizzare prodotti di hair stlying per ottenere una chioma folta e voluminosa.

In genere, lo spessore dei capelli cambia in base ad alcuni fattori, tra cui: l’età, la regione del capo, il genere dell’individuo, la genetica e il colore. In questo articolo andremo ad approfondire come avere dei capelli fini in salute e quali sono i migliori trattamenti che aiutano la gestione dei capelli sottili.

Capelli fini: i fattori che incidono sullo spessore

Lo spessore dei capelli, in genere, è in media allo 0,07mm e può cambiare in base a specifici fattori che abbiamo citato nel precedente paragrafo. Qui di seguito andremo ad analizzare come ogni singolo fattore può incidere fortemente sullo spessore dei capelli di un individuo.

Iniziamo affermando che l’età di un individuo cambia notevolmente la struttura dei capelli. Un bambino ha senza dubbio dei capelli più spessi e forti rispetto a quelli di un adulto.

La regione del capo è un altro elemento che varia notevolmente lo spessore dei capelli, perché quelli che si trovano nell’area frontale e al vertice sono tendenzialmente più sottili rispetto ai capelli che si trovano sulla nuca o sulle tempie.

Le donne, rispetto agli uomini, tendono ad avere capelli più sottili durante la gravidanza o la menopausa, a causa dei drastici cambiamenti ormonali. Ma anche la genetica è un fattore che incide fortemente sullo spessore, basti pensare a come le popolazioni più nordiche sono caratterizzate da capelli più sottili rispetto alle popolazioni mediterranee.

Maggiore è lo spessore dei capelli e maggiore è la forza che li contraddistingue, perché la radice si trova in profondità ed è in grado di resistere meglio alle diverse aggressioni ambientali che ogni giorno subiamo. Viceversa, i capelli fini sono molto più delicati, necessitano di tanta attenzione e cura.

Come trattare i capelli fini

Gli individui che hanno i capelli fini, molto spesso non riescono ad ottenere l’acconciatura desiderata oppure questa dura molto poco, a causa della fragilità della chioma. Anche la voluminosità può essere un problema, perché i capelli fini tendono ad appiattirsi velocemente.

Quindi, come si possono gestire i capelli sottili? Quali tecniche e trattamenti utilizzare? Ecco un breve elenco dei migliori consigli degli esperti di settore:

  1. Scegliere uno shampoo adatto

Ogni testa necessita di un particolare shampoo, per questo motivo in commercio ne esistono per tutti i tipi di capelli. Lo shampoo adatto ai capelli fini deve avere una componente voluminizzante e una componente in grado di bilanciare il PH del cuoio capelluto. Non deve essere aggressivo e si consiglia di utilizzare prodotti con un’elevata concentrazione di ingredienti naturali.

  1. Non maltrattare i capelli

I capelli fini sono molto fragili e la cura della chioma inizia dal momento in cui ci si pettina i capelli la mattina fino al momento dell’acconciatura. Si sconsiglia di sfregiarli quando sono bagnati, di tirare troppo i capelli per fare una coda e di togliere i nodi con movimenti aggressivi e pettini non idonei.

Gli esperti consigliano di utilizzare pettini a denti larghi, di raccogliere i capelli il meno possibile e di tagliarli spesso, così da rinforzare i capelli e da renderli meno soggetti alle doppie punte.

  1. Mantenere i capelli idratati

L’idratazione dei capelli fini è fondamentale per aumentare il volume e ridurre i nodi. Bastano pochi e semplici prodotti, a partire dal balsamo fino all’olio naturale, o alle maschere post-shampoo idratante.