Il cappotto perfetto per il women empowerment è quello di Chiara Ferragni

Chiara Ferragni sceglie un cappotto semplice ma d'effetto, ovviamente targato Schiaparelli, per la prima giornata di sfilate a Parigi.

Chiara Ferragni cappotto Schiaparelli

Foto Getty Images | Vittorio Zunino Celotto

Che la stagione delle sfilate abbia inizio! Si parte con Parigi e le passerelle dell’Haute Couture e non poteva mancare la testimonial italiana che ha fatto del suo stesso nome un brand: Chiara Ferragni.

Per il primo giorno di sfilate l’imprenditrice ha scelto un look minimal e apparentemente sobrio, affidandosi alle sapienti mani di una delle sue Maison preferite. Schiaparelli, of course.

Il cappotto bianco strutturato è un inno alla donna

Come negli old movies anni ’40 il cappotto è tornato a essere il capo immancabile per la donna, lavoratrice sì ma con stile. Chiara Ferragni per il primo giorno a Parigi ne ha scelto uno di Schiaparelli color panna, con seno strutturato e cintura bustier in pelle e pancia “in rilievo”.

La particolarità è nei dettagli che definiscono da sempre la Maison Schiaparelli, surrealista e all’avanguardia. In questo caso il cappotto è indossato come abito, i suoi bottoni oro scintillano e danno risalto al seno in rilievo, ton sur ton: il vero marchio di fabbrica della casa di moda.

Il look è un inno alla femminilità, ma soprattutto alla consapevolezza e la Ferragni sembra veicolare per l’ennesima volta un solo, semplice, concetto: le donne possono tutto. Andare fiere del proprio corpo e mostrarlo, in primis.

Parole di Giorgia Sdei