A San Valentino riscopriamo l'amore, ma quello per noi stesse!

Dura tutta la vita il viaggio per imparare a volersi bene: a San Valentino impara ad amare te stessa!

A San Valentino riscopriamo l’amore, ma quello per noi stesse!

Foto Unsplash | Jesse Goll

San Valentino è inevitabilmente un momento in cui si pensa all’amore, sia che ci sia, sia che manchi. Il 14 febbraio con la sua atmosfera “amorosa” potrebbe renderci particolarmente malinconici e riflessivi: se ci sentiamo così è il momento ideale per imparare ad amare noi stesse.

Il self love è una pratica che dovremmo mettere in atto costantemente, che non solo ci renderebbe più felici ma anche più predisposte a dare e ricevere amore, di qualsiasi genere.

Imparare dagli errori ma anche saperci saperci apprezzare è la chiave per stare meglio. A San Valentino mettiamo in atto tutto ciò che può servirci ad amare noi stesse e a renderci persone migliori.

Amare noi stesse: a San Valentino fai così

Dobbiamo essere noi la nostra principale fonte di felicità: delegarla agli altri può essere estremamente deludente. Ecco dunque che cosa possiamo fare per iniziare ad amare davvero noi stesse.

Regalati qualcosa di speciale solo per te 

Acquistare qualcosa che sappiamo che ci renderà felici potrebbe essere una delle più grandi gioie che ci concediamo.

Gratificarci con qualcosa di bello, utile o che comunque desideriamo da tempo è un un premio per il nostro duro lavoro, per il nostro impegno e per la tenacia con cui superiamo gli ostacoli quotidiani.

Basta sensi di colpa: impara a dire di no

Amare noi stesse significa anche saper mettere dei paletti e avere il totale rispetto dei propri sentimenti e dei propri valori. Ciò non significa essere egoiste, né dimenticare le opinioni e i bisogni altrui: è solo un modo per dare importanza anche ai nostri desideri.

Se vivi rapporti o relazioni che non ti rendono felice, impara a chiuderle e concentrati su chi ti fa venire voglia di dire “sì” a proposte, incontri e appuntamenti.

Fai un elenco dei tuoi lati positivi

Siamo bravissime a elencare tutti i nostri difetti ma un po’ meno a dire quali sono i nostri pregi. Sia che si tratti di fisico che di personalità, la tendenza è quella di guardarsi con occhi negativi, notare ciò che non funziona, ciò che non va e ciò che vorremmo cambiare.

Fare un elenco scritto delle cose che ti piacciono di te ti aiuterà a guardarti da un’altra prospettiva e, magari, realizzare che non sei così male come credi.

Prenditi cura di te: sii l’oggetto del tuo amore

Fai tutte quelle cose che ti fanno stare bene cercando di farle diventare una routine costruttiva. Che sia cucinare il tuo piatto preferito o scrivere una lettera indirizzata a te stessa dove scrivi senza vergogna quello che pensi, l’importante è metterti al centro dei tuoi pensieri.

Non serve dirlo (ma lo diciamo lo stesso): anche la cura del corpo influisce su quella dell’anima. Quindi creme, cremine, massaggi e manicure sono i ben accetti e rilassarti con una giornata beauty è un lusso che dovresti concederti più spesso, lo sai anche tu!

Autoerotismo, perché no?

Chi lo ha detto che per provare emozioni intense a livello sessuale si deve per forza aver bisogno di un partner? Da sole siamo perfettamente in grado di procurarci piacere ma spesso lo dimentichiamo. Fare dell’autoerotismo non solo permette di passare dei momenti estremamente piacevoli, ma ci fa conoscere più a fondo il nostro corpo e i nostri desideri.

Sapere i punti sensibili, quelli da evitare, quelli da stuzzicare ancora e ancora e ancora vi renderà consapevoli e più predisposte a una sessualità aperta e passionale con un eventuale partner. Che, lo assicuriamo, sarà più che contento di assecondare le vostre volontà!

Parole di Giorgia Sdei