Il mistero sull'eredità del Principe Filippo

Nessuno, neanche la stessa Regina, conosce l'entità dell'eredità del Principe Filippo. Nelle residenze reali intanto è iniziato l'inventario dei suoi beni

12
La storia del principe Filippo e della regina Elisabetta II

Anche i reali non sono immuni dalle questioni che riguardano il vil denaro e proprio sulla questione dell’eredità del Principe Filippo è calato il mistero.

Si stima infatti che il duca di Edimburgo avesse un patrimonio compreso tra i venti e i trenta milioni di sterline che dovrebbero arrivare tutti nelle mani della regina Elisabetta II.

Leggi anche: La foto che ha scelto la Regina per ricordare il principe Filippo

Nessuno conosce l’entità esatta dell’eredità del Principe Filippo

Per quel che riguarda il patrimonio del Principe Filippo, pare che i beni immobili ammontino a un valore di circa 10 milioni di sterline.  Ma il contenuto finale della sua eredità esiste un vero e proprio mistero su cui la Casa Reale sta iniziando lentamente a far luce.

Nessuno infatti in tutto il Regno Unito  (compresi anche la Regina e lo stesso Filippo) sapeva esattamente quanti beni materiali possedesse il duca di Edimburgo.

Ecco come il principe Filippo augurava un buon compleanno alla Regina da oltre 70 anni

Le collezioni

Per cercare di farsi un’idea bisogna ricordare innanzitutto le sue collezioni: pensiamo ad esempio alla sua collezione di auto, soprattutto Land Rover e Range Rover, che il Principe tanto adorava.

Filippo poi era anche un avido collezionista di fumetti satirici a tema politico, che ritagliava personalmente dalle pagine dei giornali per poi metterle in mostra a Sandringham.

Ancora, le opere d’arte di talenti emergenti: il duca di Edimburgo infatti ogni anno, a una fiera scozzese, era solito acquistarne un paio, ed era arrivato così ad accumulare più di 140 pezzi che decorano tutti i piani superiori di Holyroodhouse, la residenza ufficiale della regina ad Edimburgo.

Leggi anche: L’ultima lettera della regina Elisabetta al suo principe Filippo

I regali

Inoltre, parte della fortuna del Principe Filippo è rappresentata dai regali ricevuti nel corso degli anni. Molti in occasione di impegni ufficiali, visite e viaggi di Stato.

Ad esempio, bisogna ricordare le briglie col sigillo presidenziale che Barack Obama, conoscendo la passione di Filippo per i cavalli, gli donò durante l’incontro a Buckingham Palace nel 2011.

Oppure ancora gli speroni d’argento ricevuti durante un tour reale in Cile nel 1968. Se teniamo conto del fatto che Filippo, prima di ritirarsi nel 2017, ha partecipato a oltre 22mila impegni ufficiali, i doni ricevuti devono essere davvero considerevoli.

Pare quindi che sia giunta proprio l’ora di fare l’inventario, un lavoro che richiederà mesi di ricerca. Poi toccherà a Elisabetta decidere cosa tenere a palazzo e quali oggetti cedere invece a figli e nipoti.

Principe Filippo, il ritratto in The Crown: cosa c’è di vero e cosa no

Parole di Mariangela Masiello

Sono nata e cresciuta in Basilicata, ma a 18 anni ho fatto i bagagli e sono andata via dalla mia terra. Leo Spitzer diceva che “L’umanista crede nel potere che la mente umana ha di indagare se stessa”. Così, presa dall’impeto di affinare il mio pensiero critico, ho conseguito prima la laurea in Lettere e poi quella Filologia. Poiché non ne avevo ancora abbastanza ho deciso di trasferirmi a Milano e di diplomarmi alla Scuola di Giornalismo dell’università Cattolica del Sacro Cuore. Attualmente collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.

Visita il profilo web dell'autore