Da Sandra Milo a Jennifer Lopez: la bellezza (senza veli) non ha età

La diva ha posato per la copertina della rivista Flewid avvolta solo da un lenzuolo, dimostrando che la bellezza non ha una data di scadenza

Sandra Milo al festival di Venezia nel 2019

Foto Getty Images | Stefania D'Alessandro

Sandra Milo ha posato per la copertina di Flewid e l’ha fatto in maniera sensuale. Dall’alto dei suoi 87 anni si è concessa scatti osé e ammiccanti che hanno saputo cogliere tutto il suo fascino da diva.

L’attrice è stata però molto criticata da chi considera questa sua scelta troppo ardita, se non addirittura fuori luogo.

La questione è che una donna, raggiunta una determinata soglia di età, non può più spogliarsi e, in generale, essere considerata attraente, sexy, bella. Quando le rughe e i segni del tempo hanno la meglio sul fisico, sfiorisce ogni fascino e si diventa trasparenti, e si viene relegate esclusivamente a ruoli rassicuranti.

Questa mentalità, però, col tempo sta venendo scardinata. Molti faticano ad accettarlo, ma le donne stanno conquistando sempre più voce in merito alla loro percezione e rappresentazione. La vita, la bellezza, l’essere donna non finiscono con l’arrivo delle rughe, proprio come accade per gli uomini.

Sandra Milo ha risposto ai suoi detrattori, tramite il suo profilo Instagram, con grande intelligenza, sottolineando anche le foto non sono frutto di fotomontaggio come sostenevano alcuni hater.

A volte mi ha ferita essere giudicata, in quanto donna, per una che non sapeva invecchiare” scrive la Milo “Purtroppo quando si esce dall’area della sensualizzazione riservata alla gioventù non si diventa più niente per alcuni e si viene considerate ridicole ma ogni età ha la sua bellezza“. Eccolo il nocciolo della questione: una donna diventa ridicola appena esce da questi paletti che la vogliono, a un certo punto, senza una sessualità. L’attrice ha proseguito “Agli uomini viene sempre o quasi concesso il grande privilegio dell’autorevolezza e certe critiche vengono loro risparmiate“. Ha poi parlato del suo costante impegno per scardinare pregiudizi e affermarsi.

Non solo Sandra Milo

Per fortuna, proprio come Sandra Milo, sono tante le star che hanno scelto di mostrarsi in tutta la loro bellezza senza compromessi, mostrandosi nude all’occhio del fotografo anche superata la giovinezza.

L’ultima in ordine di tempo è stata Jennifer Lopez, che a 51 anni è ancora una delle donne più sexy del mondo. Per la copertina del singolo In the morning l’abbiamo vista vestita solo del suo anello di fidanzamento. Guardatela bene: siamo sicuri sia troppo vecchia per posare senza veli?

Gwyneth Paltrow si è augurata buon 48esimo compleanno con un post su Instagram in versione naturista e a settembre di quest’anno Vanessa Incontrada ha scelto la copertina di Vanity Fair per rispondere alle sfiancanti critiche sul suo presunto sovrappeso, mostrando la sua bellezza nuda e cruda.

Infatti il “problema” del nudo femminile non è legato solo all’età, ma anche al peso: a ottobre, Instagram aveva censurato alcune foto di nudo artistico, che non svelavano alcun punto “sensibile”, della comica Celeste Barber e della modella Nyome Nicholas-Williams. La questione non era tanto la posa o la quantità di pelle scoperta, totalmente tollerata nel caso di modelle “tradizionali” ma era la forma del loro corpo, non conforme ai canoni standard. Il social è stato costretto a rivedere l’algoritmo con tanto di scuse.

Le regole dei social sono però il riflesso della cultura e della mentalità: gli insulti alla meravigliosa Sandra Milo dimostrano che c’è ancora molto lavoro da fare.

Parole di Carlotta Tosoni