Come ci si veste nel Metaverso di Mark Zuckerberg?

L'ha anticipato Mark Zuckerberg alla conferenza annuale Connect 2021: la moda non sarà più solo fisica, ma anche virtuale, finalmente tutti potranno sfoggiare gli outfit dei propri sogni!

Simulazione virtuale

Foto Shuttestock | Thinkhubstudio

Il Metaverso: l’universo virtuale in cui si potrà vivere una vita parallela. Il luogo dove potremo svolgere attività, interagire con le persone e, anche e soprattutto, sfoggiare gli outfit dei nostri sogni in linea con le tendenze moda e i colori moda del momento. Dopo la conferenza Connect 2021, alla quale hanno partecipato tutti i più importanti esponenti del mondo informatico, una cosa è diventata ben chiara: il Metaverso pensato da Mark Zuckerberg sarà un’ottima piattaforma di lancio per un nuovo tipo di moda. Ma cosa si intende per moda virtuale? E come può quest’ultima darci le stesse soddisfazioni dello shopping nei negozi?

Il Metaverso può appartenere a Balenciaga?

Già da tempo i più importanti fashion e beauty brand hanno sperimentato le meraviglie delle simulazioni di moda virtuali, ad esempio Gucci, Moncler, Louis Vuitton o Shiseido col suo make up simulator. Balenciaga è forse quello che meglio incarna il nuovo concetto di moda virtuale, visto che lo scorso settembre ha ideato una collezione interamente dedicata ai milioni di utenti del gioco Fortnite.

La collezione, in parte fisica e in parte virtuale, ha fatto da apripista a un secondo esperimento: l’esperienza immersiva Afterworld, in cui le persone potevano sfoggiare i capi della collezione autunno-inverno Balenciaga 2021/2022.

Forse il bello della moda virtuale è proprio questo: è la più democratica che si sia mai vista nel fashion world.