5 errori da non fare nella skincare invernale

La skincare dovrebbe cambiare come cambiamo i vestiti nell’armadio: ecco cinque errori da non fare nella skincare invernale

ragazza inverno skincare invernale

Foto Shutterstock | Antonio Guillem

Manca ancora qualche settimana al 21 dicembre, l’inizio ufficiale dell’inverno, ma siamo ormai siamo giunte alla stagione fredda e così come cambiamo il nostro guardaroba, è bene fare attenzione a modificare la nostra skincare quotidiana.

La pelle, durante questo periodo, ha esigenze diverse da quelle che la mettono alla prova durante il periodo estivo. Ecco cinque errori da non fare con la propria skincare invernale.

Errore n°1: usare un detergente schiumogeno

Resta fondamentale la detersione quotidiana del viso: la mattina per eliminare le impurità che possono essersi depositate durante la notte a contatto col cuscino e gli oli naturali prodotti dalla pelle; la sera per rimuovere il trucco e le particelle dello smog cittadino. 

Esagerare, però, potrebbe essere controproducente.

ragazza pulizia pelle trucco
Foto Shutterstock | Prostock-studio

Il freddo e una pulizia troppo aggressiva possono causare rossori, secchezza e irritazioni. Come risolvere? Usando un detergente delicato come primo step della nostra skincare invernale, non schiumogeno e idratante.

Errore n°2: usare creme troppo leggere (solo per chi ha la pelle secca)

Durante l’estate e la primavera un moisturizer leggero è l’ideale: la pelle non ha bisogno di quello strato pesante di crema idratante, ma in inverno la situazione cambia radicalmente.

Specie quando le temperature toccano lo zero, per mantenere la pelle idratata e protetta la nostra skincare invernale dovrebbe prevedere una barriera, creata proprio dalla crema o dall’olio.

ragazza skincare maschera peeling
Foto Shutterstock | Veles Studio

Errore n°3: dimenticare la protezione solare

Tutti i dermatologi ripetono ai propri pazienti di usare quotidianamente una protezione solare, ma molte persone pensano che questa regola valga esclusivamente per il periodo estivo: niente di più sbagliato.

raggi UVA e UVB, responsabili dell’invecchiamento cellulare precoce, delle macchie e dei melanomi, sono lì anche in inverno, quando non li sentiamo.

Per questo la nostra skincare dovrebbe prevedere la protezione solare anche durante il periodo invernale, anche in un prodotto 2-in-1 che lo associ al fondotinta.

Errore n°4: dimenticare l’importanza del peeling

Iperpigmentazione e le macchie solari dovrebbero iniziare a farsi vedere proprio nel momento in cui l’abbronzatura è andata via: non ignoratele.

Questo è anche il momento adatto a risolvere questi problemi, dal momento che la nostra pelle non sarà esposta alla luce diretta del sole in modo violento come avviene in estate. Come farlo? Con un peeling.

Se non vi rivolgete ad un’estetista esperta raccomandiamo però di prestare attenzione: esagerare potrebbe fare più danni che apportare benefici.

Un peeling chimico leggero un paio di volte la settimana è più che sufficiente.

Errore n°5: non utilizzare integratori

La pelle si cura anche, e soprattutto, da dentro: per un incarnato giovane, luminoso e sano, potrebbe essere necessario un ciclo di integratori mirati alla cura della pelle a lato della nostra skincare invernale.

In questo caso sarà bene rivolgersi al proprio medico dermatologo, per valutare insieme quali possano essere necessità e carenze individuali e agire di conseguenza.

Parole di Alanews