10 problemi che solo chi ama il rossetto rosso può capire

Grintoso, romantico, sensuale: il rossetto rosso è l’accessorio immancabile! Ma che problemi comporta?

rossetto rosso

Foto Shutterstock | Look Studio

L’autunno è tornato, e con lui una tendenza make-up che non passa mai, il rossetto rosso! Da sempre simbolo di femminilità e seduzione, il rossetto rosso non è solamente un prodotto di make up. È un passepartout che spalanca le porte della bellezza, un amuleto magico in grado di farci sentire forti, consapevoli, determinate. Ha personalità, questo è certo, ci rende più sicure di noi e ne basta uno strato leggero per trasformare un look scialbo e anonimo nella quintessenza della grinta. Insomma: è l’accessorio che non può mancare nella borsa di ognuna!

Rossetto rosso, ti amiamo, ma quanti problemi!

Ma – c’è un ma – non è tutto oro quello che luccica. Come spesso accade le cose belle sono difficili da maneggiare e richiedono un’attenzione particolare. Ecco allora i 10 “drammi” quotidiani che solo chi usa il rossetto rosso, ahimè, conosce.

Trasformarsi in Joker con la mascherina

La mascherina. L’odiato pezzo di stoffa che vanifica il tempo passato davanti allo specchio tra primer, fondotinta e rossetti. Davvero, alzi la mano chi è riuscita a mantenere intatto il rossetto per più di 10 minuti lì sotto? A meno che non si usino le tinte labbra, che diciamolo equivale a barare, l’effetto transfert è assicurato ed è la mascherina a sfoggiare lo Chanel dei nostri sogni, mentre noi somigliamo sempre di più a Joker.

Cannuccia mon amour

Siamo d’accordo che la cannuccia è stata inventata per semplificare la vita a chi indossa il rossetto? In fondo bere direttamente dal bicchiere è scomodo, dai. Chi mai vorrebbe bere così, come una persona qualunque, quando si ha un rossetto rosso spettacolare? Anche volendo, poi, non sarebbe possibile perché gran parte del prodotto rimarrebbe sul bicchiere e a noi non resterebbero che labbra ombreggiate e il ricordo del make up.

Baci passionali…sulla guancia

Ah la passione, croce e delizia di chi indossa il rossetto rosso! Quando l’irrefrenabile voglia di baci prende il sopravvento è difficile fermarla, eppure tutte noi sappiamo che al mondo esistono due tipi di persone: chi evita il contatto con mosse alla Matrix pur di non farsi sporcare, e chi si trasforma nel Pagliaccio Baraldi rosso fino alle orecchie e, semplicemente, se ne frega. Non serve dire chi ci accende di più, giusto?

E poi, se sono le nostre labbra a disidratarsi, possiamo correre a scegliere uno scrub o una crema adatta!

Gli stampi sulla federa del cuscino

Le donne che amano il rossetto rosso non si possono permettere di essere pigre, lo sappiamo. Struccarsi sempre e comunque, anche quando si torna alle 4 e la sveglia suona alle 6, a meno che non diventino trendy le federe del cuscino a pois! Vediamola in modo romantico: non semplici sbavature ma baci d’amore che spediamo a noi stesse per svegliarci già dolci.

Scrub labbra essenziale

Pensavate fosse così semplice? Lo struccante non basta, bisogna anche esfoliare per evitare di ritrovarci con le labbra secche, spaccate e piene di pellicine che, oltre a essere antiestetiche, rendono difficile l’applicazione del rossetto rosso. Inserire un leggero scrub labbra nella propria beauty routine è allora essenziale.

5 minuti e arrivo!

Ma quando mai. Forse chi sceglie il nude look riesce a essere pronta davvero in 5 minuti, ma per applicare il rossetto rosso la precisione è tutto. Delineare il contorno labbra con la matita, picchiettare il rossetto e stenderlo con il pennellino sono tutte operazioni che richiedono concentrazione se si vuole ottenere un risultato perfetto. Questo dopo aver cercato di fare due linee identiche con l’eyeliner. Poi ci chiedono perché siamo nervose…

Monotematica o glamour?

Il rossetto rosso è uno stile di vita: c’è chi lo ama e chi non lo capisce. Di sicuro non è mai, mai, mai, ripetitivo e scontato. Si può indossare da solo per enfatizzare le labbra, oppure in abbinamento a un trucco occhi magneticotendenza dell’autunno/inverno -, possiamo scegliere una tonalità più chiara o più scura a seconda dello stato d’animo… Insomma, il rossetto rosso è versatile, ma ci sarà sempre chi dirà “ti trucchi sempre allo stesso modo, perché non cambi un po’?”.

Irriconoscibile senza

Chi ama avere le labbra sempre rosso fuoco, spesso non riesce a vedersi senza il suo amato compagno di viaggio, ma c’è anche chi ama cambiare e sperimentare un make up sempre diverso. Se capita di incontrare una red lipstick woman con le labbra nude o solo con un filo di gloss la prima domanda che nasce è “ti senti bene?”.

L’incubo delle camicie

E torniamo alla questione baci e al cliché più amato dal cinema: lo stampo rosso sul colletto della camicia. Ma è veramente solo un cliché? Forse non sarà l’indizio per scoprire un tradimento (o forse sì) ma di sicuro il rossetto rosso e la camicia sono due cose che non vanno d’accordo, come la cipolla sulla carbonara. Per fortuna esiste la candeggina!

Rossetto rosso, si ma quale rosso?

Facile dire “metti un rossetto rosso e vai sul sicuro”: quale rosso? Esistono infinite nuance, dal corallo al borgogna, per ogni tipo di incarnato o anche solo per uno stile più romantico, rock o anche per il mood del giorno. Insomma, scegliere il rossetto rosso non è certo una cosa semplice e una vera beauty addict deve saper riconoscere qual è la tonalità di colore perfetta per lei.

Parole di Giorgia Sdei