Unghie gel: le migliori idee da copiare per la ricostruzione unghie

Tutto sulle unghie gel, da come si realizzano ai look più naturali, classici, colori vividi e di tendenza. Ecco qualche idea a cui ispirarti per le tue unghie in gel e portarle con stile.

Unghie gel: le migliori idee da copiare per la ricostruzione unghie

Foto Shutterstock | marigo20

È giunto il fatidico momento: l’appuntamento con la tua estetista di fiducia è vicino ma hai un completo blackout e nessuna idea su come poter fare le unghie. Come ovviare a questo tedioso inconveniente? Ecco alcune informazioni che potrebbero tornare utili e ispirarti nell’impresa!

Ecco di seguito le ispirazioni che aspettavi sull’universo unghie in gel: dalle diverse forme esistenti ai look più naturali, semplici ma chic. Ti stupirai di quante siano le possibilità da cui prendere spunto per sfoggiare una ricostruzione unghie impeccabile e sempre al top!

40
Unghie gel: i colori e le forme in voga

Le unghie in gel sono sempre amatissime e fortemente in voga sia grazie alla loro durata, che permette di avere costantemente una manicure perfetta, che per la loro lucentezza e varietà di stili: tante sono le forme, i colori e le tecniche più belle, come si può notare dalla galleria poco sopra. Che si tratti di mani o di ricostruzione delle unghie dei piedi per la scelta delle nuance da utilizzare non ci sono regole, se non il gusto personale e, al massimo, i suggerimenti delle ultime tendenze.

Unghie gel: come farle

31
Nail art di tendenza

Ma come si fanno le unghie con il gel? Meglio rivolgersi a dei professionisti o dilettarsi con il fai da te? Scopriamo insieme tutti i segreti che si celano dietro alla ricostruzione unghie.

Quello che ci si chiede è: come fare unghie gel perfette?

Le esperte onicotecniche ed estetiste optano per due tipologie di procedimento:

  • l’allungamento delle unghie con il gel;
  • l’applicazione di diversi strati di gel sull’unghia naturale.

Molto dipende ovviamente dallo stato di partenza delle unghie. La procedura in genere è sempre la stessa, quindi possiamo riassumere la ricostruzione unghie con il gel in passaggi, come di seguito:

  1. applicazione di un primer sulle unghie;
  2. applicazione di una base in gel trasparente su unghia perfettamente limata e opacizzata;
  3. applicazione di un gel colorato, a scelta della cliente;
  4. applicazione di un top coat lucidante e sigillante.

Tutti i passaggi vengono ultimati con l’utilizzo di un’apposita lampada UV per unghie gel per fissare gli strati e garantire lunga durata e lucentezza al trattamento.

Unghie fai da te: i consigli delle nail artist

unghie gel fai da te

La ricostruzione unghie gel fai da te è cosa possibile, ma è da evitare se le unghie in questione sono già di per sé molto danneggiate o se bisogna preventivamente allungarle prima di applicare il gel colorato.

A tal proposito, tenete comunque a mente che le unghie si rinforzeranno inevitabilmente grazie allo strato che vi creerete al di sopra, e che quindi cresceranno di conseguenza, senza dover necessariamente ricorrere ad un allungamento evitabile.

Occorre, infatti, una certa dimestichezza con gli strumenti del mestiere. Tuttavia, esistono dei kit per ricostruzione unghie in gel fai da te perfetti per l’utilizzo domestico e facili da adoperare.

Se si decide di prediligere l’arte dell’arrangiarsi, il consiglio spassionato è quello di non badare a spese – mettendo così in pericolo da salute dell’unghia – e, anzi, addentrarsi in approfondite ricerche per capire quali sono i prodotti più adatti per la ricostruzione delle unghie in gel.

Per fare un lavoro decoroso ci vuole molta cura, vi sono poi doverosi accorgimenti a cui prestare particolare attenzione, quali ad esempio individuare il punto di stress dell’unghia o opacizzare per bene la superficie ungueale, spingendo bene indietro il giro cuticole per scansare noiosi sollevamenti. Vediamoli ora nello specifico:

Come capisco qual è il punto di stress dell’unghia?

Primo su tutti è importantissimo rispettare il punto di stress dell’unghia per evitarne la rottura: esso è posizionato a circa 3/4 del letto ungueale, per capirci, dove l’unghia si separa dalla pelle. In questa zona è necessario applicare un maggior quantitativo di prodotto, creando una sorta di rotondità che prenderà il nome di bombatura. Quest’ultima fungerà da “airbag”, risparmiando traumi e dolorose spaccature dell’unghia.

Perché il gel si stacca dalla punta dell’unghia?

Una domanda frequentissima è a proposito del precoce scollamento del gel, in particolar modo sulla punta dell’unghia: qualora la struttura sia stata realizzata nel modo scorretto il peso della ricostruzione risulterà sbilanciato causandone il sollevamento, proprio come nel caso di una preparazione dell’unghia eccessivamente aggressiva.

Per quanto riguarda i sollevamenti situati lateralmente o alla base dell’unghia -che potrebbero causare muffe o micosi se trascurate- la colpa potrebbe essere di una preparazione troppo superficiale e della presenza della cuticola interna che impedisce al gel di aderire adeguatamente.

Unghie gel naturali

21
Unghie gel french, le più belle e chic

La scelta di una manicure naturale può essere legata al gusto personale oppure ad esigenze lavorative. In ogni caso si rivela essere un look decisamente elegante e molto chic: optare per delle unghie gel naturali permette infatti di avere sempre le mani in ordine con uno stile fresco e pulito.

Unghie gel french

Una delle opzioni più amate nonché più richieste alle onicotecniche per le amanti delle unghie gel semplici ed eleganti è la tradizionale french manicure, sia nella sua versione più classica che nelle declinazioni con un tocco di particolarità. Vediamole nel dettaglio:

Sicuramente molto in voga le varianti più stilose e originali come nel caso del french colorato, a partire da quello rosso sino ad arrivare a quello nero, favorito da chi predilige uno stile rock chic.

21
Unghie gel french, le più belle e chic

Per una ricostruzione delle unghie con gel french all’ultima moda, suggeriamo anche la tecnica del Baby Boomer, che sfrutta i classici toni del bianco e del rosa ma in chiave ombré.

Veniamo poi alla versione un po’ più eccentrica e luminosa del french glitterato: la particolarità sta nella presenza di pagliuzze luminose e iridescenti -nei toni classici dell’argento e dell’oro ma andrà benissimo qualunque colore voi vogliate- ideali per rendere più preziosa la manicure.

Unghie gel particolari

Unghie gel colorate

Sicuramente ciò che più ha contribuito al successo delle unghie gel è la loro incredibile versatilità. È possibile, infatti, ottenere delle unghie gel semplici ma particolari grazie alla scelta di colori o nail art diversi, in base al proprio umore e al proprio stile.

Qual è la nail art più adatta a te? Scoprilo con il nostro Test.

Quanto tempo durano le unghie gel?

Uno dei motivi che ha sempre portato in auge la ricostruzione unghie in gel è proprio la sua durata e resistenza: essa può durare per un periodo che va dalle 3 alle 5 settimane, ovviamente a seconda della crescita naturale, e del tutto personale, dell’unghia.

Unghie gel colorate: le manicure più cool

Tra il panorama dei look per le unghie in gel resiste, tra le preferenze delle amanti del rock chic, il colore nero. Lucidissimo, spesso lo smalto nero si accosta a brillantini e glitter dalle sfaccettature metalliche per conferire uno spirito più glamour alla manicure.

Iconiche le unghie gel rosse, un vero classico perfetto per chi ama andare sul sicuro e sfoggiare una certa eleganza: le nuance più apprezzate sono il rosso Valentino e, soprattutto per i mesi freddi, il sofisticato bordeaux o il rosso granata.

Stesso dicasi per la scelta del rosa, specialmente nei toni del cipria o direttamente con allungamento ad effetto naturale e costruttore lattiginoso.

Come già detto poi, tra le richieste più gettonate alle estetiste figurano senza dubbio le unghie gel french e le applicazioni in strass ad impreziosire la nail art e farla risaltare al meglio.

Sapevi che esiste un nesso persino tra i colori dai quali siamo attratte nella scelta della nostra manicure ideale, ed il nostro segno zodiacale? Dopotutto, anche le unghie la dicono lunga in fatto di personalità.

Unghie gel: le forme

Vi sono svariate tipologie di unghie naturali, così come le forme che si possono dare loro lavorando di lima. Per scegliere la forma ideale per le unghie gel non basta il gusto personale ma è consigliabile seguire quella più adatta a noi, che spesso coincide con la forma delle unghie naturali.

Ecco di seguito quelle di tendenza quando si parla di ricostruzione unghie in gel, da quelle squadrate a quelle lunghe e a punta.

Unghie corte

21
Unghie gel corte, le più belle

Le unghie in gel corte o cortissime spesso rappresentano un primo necessario step per fortificare l’unghia e far sì che cresca di più, specialmente in presenza di onicofagia.

La ricostruzione unghie in gel per le unghie corte è un vero toccasana e si presta anche a tante varianti glamour e stilose. I colori che sulle unghie lunghe potrebbero risultare eccessivi e troppo vistosi, sono meglio valorizzati se le unghie sono corte e ben curate.

Per quanto riguarda la forma delle unghie corte, si spazia da quella quadrata a quella tonda, ovviamente a propria discrezione e secondo ciò che meglio valorizza le mani. In linea di massima la misura corta e quadrata è consigliata a chi ha già delle dita affusolate.

Unghie a mandorla

20
Unghie gel a mandorla, le più belle

Stilosissime anche le unghie gel a mandorla, di gran tendenza e soluzione ideale per chi desidera sfoggiare una manicure femminile ed elegante: infatti le unghie a mandorla sono quelle che meglio si adattano un po’ a tutte le mani e alle nail art, conferendo maggiore slancio alle dita.

Tra le idee più quotate, segnaliamo le unghie gel a mandorla rosa, mentre, chi predilige uno stile più rock e gotico, potrà optare per una mandorla nera o viola scuro.

Unghie a punta (o stiletto)

29
Unghie gel a punta, le decorazioni più belle

Sfacciate e super trendy, le unghie a punta – o stiletto- sono adatte anch’esse ad allungare otticamente le dita e quindi anche alle mani piccole.

Le unghie in gel a punta colorate sono in assoluto le preferite da amanti e sostenitrici di nail art eccentriche, che non passano inosservate.

Diffusissime le unghie gel a punta con french, di sicuro una delle tipologie di manicure più richieste nei centri specializzati. Generalmente portata medio/lunga, tale forma si sta diffondendo anche tra chi preferisce unghie più corte.

In alternativa è sempre attuale il look semplice e monocromatico, noi consigliamo di optare per il tuo preferito!

Unghie quadrate

21
Unghie gel quadrate

La forma quadrata si presta bene per chi ama portare le unghie sia corte che lunghe, adeguata a chi possiede già dita lunghe e mani affusolate, come si diceva poco fa.

La scelta di unghie gel quadrate lunghe è molto diffusa tra le amanti dello stile classy chic: lo smalto rosso, infatti, dona particolarmente a questo taglio di unghia.

Un’ idea particolare potrebbe essere quella che prevede le unghie gel quadrate colorate e con decori, da grafismi minimal di stampo geometrico alle applicazioni preziose di strass e glitter.

Unghie a ballerina (o coffin nails)

Le unghie a ballerina – il cui nome deriva dalla forma dell’iconica scarpetta delle ballerine di danza classica, appunto – sono conosciute anche come coffin nails proprio perché la loro forma squadrata sulla punta può ricordare vagamente una bara.

Definite anche squovali, esse sono un’alternativa valida a chi ama la forma quadrata ma tende ad evitarla per via di angoli troppo netti e appuntiti che rischierebbero di non valorizzare le mani:

La caratteristica principale delle unghie a ballerina è infatti quella di ricordare la classica limatura a mandorla ma dall’estremità squadrata ed angoli smussati.

Unghie tonde

Le unghie tonde sono senza dubbio le più diffuse -assieme a quelle quadrate- e si distinguono per la loro sobrietà.

Rispecchiano e rispettano in tutto e per tutto la forma naturale dell’unghia e sono le più indicate in eccellenza quando si tratta di voler restituire un’idea di mano più affusolata:

Per accentuarne l’effetto è da provare assolutamente la combo unghia tonda + color gel rosaceo o lattiginoso, il risultato sarà pazzesco.

Decorazioni unghie gel: le idee da copiare

42
Ricostruzione unghie con glitter

Forme e nuance più di successo a parte, il fantastico universo delle nail art è immenso e variopinto, tanto che non esiste un limite massimo ad idee e personalizzazioni da sperimentare: è sufficiente sentirsi a proprio agio con le proprie mani, lasciandosi ispirare liberamente.

Sfogliate la gallery sopra: troverete tantissime idee da copiare per decorare le vostre unghie.

Come rimuoverle le unghie in gel

come rimuovere le unghie gel

Per quanto riguarda la rimozione della ricostruzione delle unghie in gel è possibile agire in diversi modi.

C’è chi preferisce la rimozione del gel con la fresa elettrica (o manuale) e chi invece opta per la rimozione del gel con l’acetone, un solvente specifico pensato proprio per togliere gli smalti gel.

Il procedimento da adottare è a discrezione dell’estetista. In entrambi i casi, starà a lei sapere come togliere il gel senza rovinare le unghie: è opportuno agire sempre con attenzione e cautela.

Infatti nonostante siano in commercio dei kit per la rimozione del gel sulle unghie è sempre bene affidarsi ai professionisti che sapranno come muoversi e quali strumenti utilizzare per garantire la salute e la bellezza delle unghie naturali.

Gel unghie, fa male?

gel unghie fa male

Spesso si sente dire che la ricostruzione in gel rovina le unghie o che il gel per le unghie fa male in gravidanza.

In realtà, nonostante questa credenza sia ormai sempre più diffusa, non c’è rischio che l’unghia naturale risulti danneggiata dal gel se questo viene applicato e soprattutto rimosso correttamente. Molto dipende dalla reazione soggettiva di ogni donna e anche dalla qualità dei prodotti adoperati dall’estetista.

Si consiglia, generalmente, di non tenere le unghie gel per un periodo troppo prolungato: se ci si chiede per quanto tempo tenere il gel sulle unghie, basterà tenere a mente un periodo di circa 3 o 4 settimane, con una pausa dal gel alle unghie ogni tre-cinque mesi. In questo modo l’unghia non sarà troppo stressata e avrà modo di rimanere ben nutrita.

Il costo delle unghie gel

unghie gel il costo

Quanto costa farsi le unghie dall’estetista? Il costo del trattamento ha costi variabili ed è possibile fare il gel alle unghie a prezzi bassi, ma consigliamo sempre di assicurarsi che il centro estetico cui ci si sta rivolgendo sia qualificato e professionale.

Solitamente il costo della ricostruzione unghie in gel varia dai 30 a 60 euro.

I pro e i contro delle unghie gel

unghie gel pro e contro

Come in tutte le cose anche la scelta delle unghie gel ha i suoi pro e i suoi contro. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi delle unghie gel? Scopriamolo nel dettaglio:

Gli svantaggi del gel sulle unghie:

  • le unghie gel comportano problemi soprattutto se la ricostruzione viene realizzata su unghie troppo fragili o particolarmente indebolite e sfaldate. In quel caso, sarà l’estetista a sconsigliare alla cliente di optare per il gel alle unghie.
  • Molte donne trovano antiestetico il problema della ricrescita, poiché è preferibile mantenere le unghie in gel per almeno 3-4 settimane prima di tornare nuovamente dall’estetista. L’alternativa sarebbe quella di effettuare dei ritocchi, con un maggiore dispendio di denaro.
    in alcuni soggetti può causare dermatiti.

I vantaggi del gel sulle unghie:

  • Il gel permette all’unghia naturale di crescere al riparo da agenti esterni e da urti.
  • La manicure è sempre perfetta e impeccabile con una lunga durata.
  • La resistenza del gel permette di mantenere una manicure perfetta anche senza fare troppa attenzione all’uso di detergenti o piccole abrasioni.
  • Si può scegliere la lunghezza delle unghie che più si preferisce.
  • È un trattamento ideale per si mangia le unghie e vuole smettere questa brutta abitudine.

Ora che dovresti avere le idee più chiare in merito, sai dirci qual è il tuo nail look preferito?

Parole di Sara Iaccino