Donne del Festival: vallette e conduttrici di Sanremo

Il Festival di Sanremo è anche donna: sono molte le presenze femminili che hanno contribuito alla grandezza della kermesse canora. Ecco tutte le donne del Festival delle passate edizioni.

53
Virginia Raffaele

Sanremo e le donne del Festival: un’accoppiata vincente, talvolta controversa, ma mai disdegnata davvero sul palco dell’Ariston. Perché non solo, come recita il famoso slogan, “Sanremo è Sanremo”, ma il Festival della canzone italiana non sarebbe lo stesso evento mediatico senza la presenza femminile, sia che si tratti di cantanti o vallette, presentatrici oppure ospiti d’eccezione. Ecco una rapida carrellata delle donne che hanno scritto la storia di Sanremo, coloro che hanno lasciato un segno, più o meno indelebile, nella storia della kermesse canora.

Sanremo 2020: Festival in rosa

La 70esima edizione del Festival sarà sicuramente quella più rosa mai vista sinora. Amadeus, quest’anno, ha infatti compiuto una scelta ben diversa dal solito: rinunciando alle due consuete vallette, ha preferito optare per 10 grandi donne del panorama internazionale che lo affiancheranno di serata in serata.

Laura Chimenti, Antonella Clerici, Emma D’Aquino, Rula Jebreal, Diletta Leotta, Francesca Sofia Novello, Georgina Rodriguez, Sabrina Salerno, Alketa Vejsiu e Mara Venier si alterneranno sul palco dell’Ariston, affinché il Festival omaggi la figura della donna nella sua interezza.

Le edizioni passate della kermesse

Virginia Raffaele è (ri)tornata al Festival nel 2019 nei panni di conduttrice, al fianco di Claudio Baglioni e Claudio Bisio. A darle manforte, nel corso delle serate, si sono susseguite sul palco tante grandi ospiti: Giorgia, Laura Chiatti, Fiorella Mannoia, Michelle Hunziker, Serena Rossi, Ornella Vanoni e Alessandra Amoroso, sono solo alcuni dei nomi che hanno sfilato all’Ariston.

Il 2018 è stato l’anno di Claudio Baglioni, che ha scelto come presenze fisse al suo fianco Pierfrancesco Favino e la splendida Michelle Hunziker, che già in passato aveva dato prova della sua brillante conduzione.

Carlo Conti, nel 2017, ha voluto al suo fianco una delle donne più amate della televisione italiana. Stiamo parlando di Maria De Filippi, la vera regina di Canale 5, che per l’occasione è passata alla concorrenza al timone del Festival della musica italiana. Anche per lei non si è trattato di una novità: vi era stata nel 2009 per condurre la finale di Sanremo con Paolo Bonolis.

Nell’edizione precedente invece, quella del 2016, Conti aveva scelto Gabriel Garko e due splendide donne: Virginia Raffaele e Madalina Ghenea. Nel corso delle serate, abbiamo potuto ammirare tanti volti noti dello spettacolo. Qualche nome? Anna Foglietta, Kasia Smutniak, Nicole Kidman ed Ellie Goulding, per citarne alcuni.

Sanremo 2015 ha visto protagoniste, nell’insolito ruolo di vallette, le giovani cantanti Emma Marrone e Arisa al fianco del presentatore Carlo Conti. Al bando le bellissime d’altri tempi, negli ultimi anni Sanremo ha rivalutato il fascino delle donne esteticamente normali, puntando piuttosto sulla simpatia e sul talento.

Un’edizione – quella del 2014 – dalle tinte più maschili che femminili, almeno dal punto di vista canoro, visto che dei 14 cantanti big in gara solo quattro erano donne, cioè Arisa, Noemi, Antonella Ruggiero e Giusy Ferreri.

Alla conduzione, la rodata coppia formata da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, che ha aumentato le quote rosa soprattutto in termini di ironia e simpatia. Donne eccellenti anche tra gli ospiti, come la modella francese Laetitia Casta, premiere dame nella prima serata del Festival e il caschetto biondo più famoso della tv del Bel Paese, Raffaella Carrà, che ha concluso in bellezza la manifestazione nella serata finale del 22 febbraio 2014.

Le donne del Festival nella storia

Una storia costellata di donne quella del Festival, nato per promuovere la musica italiana e i cantanti nostrani. Numerose le cantanti che si sono susseguite sul palco del Teatro Ariston conquistando l’ambito primo posto. Da Nilla Pizzi, che ha vinto Sanremo nel 1951 e nel 1952, con Grazie dei fior prima e con Vola Colomba poi, passando per Romina Power, Anna Oxa, trionfatrice in due edizioni, nel 1989 e nel 1999, Annalisa Minetti, Elisa, vincitrice nel 2001 con Luce, ed Emma Marrone. Sanremo è stato anche il palco di giovani promesse del canto italiano, delle nuove proposte che poi si sono rivelate talenti unici, come Laura Pausini, che vinse nel 1993 con La solitudine o Arisa, che con Sincerità nel 2009 conquistò pubblico e critica.

Sanremo è stato donna anche al timone del Festival, anche se le donne conduttrici sono in netta minoranza rispetto ai colleghi maschi. Pioniere del genere Raffaella Carrà e Loretta Goggi, seguite da Antonella Clerici, Simona Ventura e Luciana Littizzetto.

Cantanti e conduttrici, ma la presenza femminile che, complice gli outfit o le scelte improbabili, ha sempre acceso il dibattito è quella delle donne di “contorno”, delle vallette, più o meno mute, più o meno belle e più o meno determinanti. In questo caso la lista è davvero lunga, dalla raffinatissima seppur scollatissima Ines Sastre che affiancò Fazio nel 2000, passando per le bellezze nostrane come Manuela Arcuri e Anna Falchi, Bianca Guaccero e Serena Autieri, Claudia Gerini e Vittoria Belvedere, fino alle straniere più illustri come Belen Rodriguez e Megan Gale.

Parole di Giulia Sbaffi

Web editor, amante della lettura e degli animali. Nata e cresciuta nelle Marche ma espatriata in Piemonte, vivo con i miei 3 gatti (e un marito) e scrivo per passione di gossip e televisione.