Seconda serata di Sanremo 2020: dalla A di Amadeus alla Z di Zucchero

Seconda serata ricca di ospiti e gag: Fiorello premio simpatia della 70esima edizione di Sanremo.

175
Diodato vincitore Festival di Sanremo 2020

Sanremo 2020 alla sua seconda serata: vediamo i momenti salienti dell’appuntamento del 5 febbraio, con un mix di artisti e ospiti ad accompagnare Amadeus, Laura Chimenti, Emma D’Aquino e Sabrina Salerno (con le irriverenti incursioni di Fiorello).

Continua a leggere

Fiorello in veste ‘Queen Mary’

Sanremo 2020 seconda serata
Foto Getty Images | Daniele Venturelli

Fiorello si è trasformato in Maria De Filippi per un’imitazione che ha surriscaldato l’Ariston e le corde del conduttore. L’ingresso dello showman sulle note di C’è Posta per Te ha decisamente rotto il ghiaccio (come nella prima serata, ma vestito da prete), condendo la tavola di una ricca seconda puntata con una nota di tagliente umorismo.

Continua a leggere

Le prime battute della diretta del Festival 2020, nel prime time del 5 febbraio, hanno visto un Amadeus più che divertito durante il sipario dell’amico, che ha anche fatto un’osservazione dopo essersi guardato allo specchio (“Sembro Boris Johnson piastrato!“). La telefonata in diretta della conduttrice di Canale 5 ha sigillato il tutto con un colpo di scena inatteso.

Continua a leggere

Seconda serata Sanremo 2020: i look di Laura Chimenti e Emma D’Aquino

Dopo Diletta Leotta e Rula Jebreal, il secondo round del Festival ha visto in scena due storiche giornaliste del Tg1: Laura Chimenti e Emma D’Aquino. Le scelte in fatto di look?

La prima ha optato per la raffinata firma di Sylvio Giardina, con un primo abito da sera in velluto nero e organza a confezionare un effetto d’altri tempi. La seconda ha vestito Antonio Grimaldi, con scelte di colore sobrie e romantiche. Giochi di ricami e accessori glam, ma senza esagerazioni!

Continua a leggere

Continua a leggere

Scopri tutti i look di Sanremo

Elettra Lamborghini sdogana il twerking a Sanremo 2020

Musica (e il resto scompare) – e forse scompare anche il ricordo di una performance sottotono (anche dal punto di vista vocale), ma se Elettra Lamborghini inciampa in un outfit non proprio interessante, non c’è dubbio sul carico di novità della sua presenza.

L’esibizione non ha convinto tutti? La tuta monospalla oro, aderentissima e con inserti super vaporosi su braccio e gambe neppure? Nessun problema, resta una certezza: l’ereditiera ha ufficialmente sdoganato il twerking a Sanremo. Il resto è contorno.

Continua a leggere

Continua a leggere

Sabrina Salerno ‘vittima’ della scalinata del Festival

È lei, sex symbol dalla bellezza immacolata e praticamente immune al tempo che passa, la prima ‘vittima’ della temibile scalinata di Sanremo. 6 gradini, pianerottolo e poi giù fino al cuore del palcoscenico ma… tradita da un tacco (12, o forse più) incastrato in un impertinente gradino…

Amadeus si è fiondato in suo soccorso, raggiungendola per liberarla dalla morsa di quella ‘trappola’. Il bello della diretta, direte voi. Certo, ma anche il brutto di sentirsi in bilico e senza ringhiera, col rischio di combinare un disastro!

Continua a leggere

Continua a leggere

Il look è stato sicuramente in linea con l’esplosiva cornice di icona di sensualità anni ’80 a cui ha abituato il suo pubblico. Generosissimo décolleté e spacco da urlo per un effetto super.

Il ricordo di Frizzi all’Ariston

La seconda puntata di Sanremo 2020 coincide con il compleanno di Fabrizio Frizzi, nato il 5 febbraio 1958. Il ricordo del conduttore ha inondato l’Ariston con l’ingresso della moglie, Carlotta Mantovan, emozionatissima a raccogliere il tributo di Amadeus: “Se lui fosse qui, sicuramente avrebbe presentato questo Festival“.

Fiorello vs Amadeus

Fiorello, praticamente una crocerossina della 70esima edizione, sempre sul pezzo e sempre presente quando i tempi televisivi si arenano su qualche incertezza, ha giocato ancora con Amadeus tirandogli qualche scherzetto.

Continua a leggere

Il primo, quello del ‘Ohhh! Non era mai successo prima!‘, si è concretizzato in un lancio d’acqua direttamente sulla giacca del direttore artistico… Il secondo? L’ingresso a sorpresa del campione del tennis mondiale Djokovic (con tanto di gag e simulazione di un match direttamente sul palco). Amadeus che ha fatto? Il raccattapalle…

Amadeus in salsa amarcord

Tra i sipari divertenti della serata, come dimenticare lo scatto amarcord di un giovanissimo Amadeus? A proporlo al pubblico è stata Sabrina Salerno: “In fondo, non sei cambiato“. Siete d’accordo?

I super ospiti della seconda serata di Sanremo 2020

Paolo Palumbo e Kumalibre (alias Cristian Pintus), con Rosario Palumbo e Andrea Cutri, hanno calcato il palco dell’Ariston portando nei cuori di milioni di italiani la storia dello chef sardo malato di Sla. Grandissima emozione per Amadeus, che ha salutato l’esibizione di Paolo Palumbo con un velo di lacrime.

Bene il duo titanico Massimo Ranieri e Tiziano Ferro, la “strana coppia” che piace (anche se non a tutti) e che ha stregato la platea con Perdere l’amore.

Poi spazio a Gigi D’Alessio, nell’alveo contenuto e sicuro delle canzoni a lui più affini e… alla reunion dei Ricchi e Poveri, enfatizzata da una presentazione forse più pomposa dell’effettivo risultato portato in scena. Male il playback, soprattutto se ci si ritrova dopo una pausa di circa 40 anni (le corde vocali hanno riposato abbastanza, no?). Probabilmente la nota più stonata di una performance dal sapore nostalgico e potenzialmente efficace.

Per finire la “Z” di Zucchero, super ospite della seconda serata di Sanremo 2020 che non ha deluso le grandi aspettative di chi lo voleva all’Ariston nella sua veste di inossidabile bluesman dal graffio inconfondibile.

Parole di Giovanna Tedde

Giornalista pubblicista, mi occupo da anni di contenuti web in salsa multicolor: dalla cronaca nera a quella rosa, passando per approfondimenti sull'attualità e una sana dose di buona cucina…

Da non perdere