Il rap è donna: i look, femminili e stravaganti, delle rapper italiane

Femminili, audaci, eccentriche e indipendenti: sono le donne del rap game italiano. Da Madame a Chadia Rodriguez, da Beba a Rose Villain e Anna Pepe

Rose Villain

Foto Getty Images | Brian Ach

Quando si parla di rap si pensa subito agli uomini, al sesso e alle rime sboccate. In questi anni, però, le femcee (gli mc al femminile) stanno giocando un ruolo sempre più fondamentale nel rap game italiano.

Se prima c’erano ben pochi nomi femminili nel mondo del rap, come Vaitea e la nota vj La Pina, oggi si stanno decisamente rimescolando le carte in tavola. Le rapper italiane scrivono rime taglienti, mettono in risalto tematiche attuali come il body shaming e la mascolinità tossica, e lavorano al fianco di grandi produttori. In più, e non è da poco, hanno stile da vendere e vengono spesso scelte come testimonial dalle più importanti aziende d’abbigliamento.

Rapper italiane come Beba, Chadia Rodriguez, Anna, Rose Villain e Madame si sono fatte riconoscere per le loro doti canore e il loro stile inconfondibile. Chi più stravagante, chi più sobria, queste donne hanno tutte voglia di imporsi sulla scena musicale rap. Con un minimo comun denominatore: street style ed eleganza vanno a braccetto, sempre e comunque.

Chadia Rodriguez e Beba, a volte rivali, accomunate da uno stile straordinario

Chadia Rodriguez, spagnola naturalizzata italiana, con origini marocchine, a soli 22 anni è recentemente apparsa sulla copertina di Cosmopolitan. Ma non solo. È stata scelta da Kappa come volto della nuova collezione F/W, insieme ai colleghi Emis Killa e Fresh Mula.

La rapper, che con il suo singolo “Bella Così”, in collaborazione con Federica Carta, ha portato avanti una campagna contro il body shaming, non passa di certo inosservata.

I suoi outift, difficili da imitare, sono iper femminili, con richiami allo stile urban. Baggy jeans abbinati a tacchi vertiginosi, ciclisti dai colori fluo indossati con stivali raffigurati i personaggi più amati della serie Pokèmon. Poliedrica nel look, Chadia è una delle artiste più influenti del panorama rap italiano, grazie anche alla sua collaborazione con l’ex Club Dogo Jake La Furia.

Discorso analogo per Beba, nata a Torino nel 1994. Roberta Lazzerini, questo il suo vero nome, porta avanti un progetto tutto al femminile, collaborando con la produttrice napoletana The Essence.

La rapper, con brani come “Fenty”, “Vaniglia” e i più recenti “Cringe” e “Come Le Storie”, si è fatta apprezzare dal pubblico, grazie anche al suo linguaggio inclusivo e alle tematiche che riguardano spesso il mondo delle donne.

Beba, oltre ad una penna tagliente, è anche dotata di stile da vendere. Rifacendosi anche lei ad uno stile urban, i capi d’abbigliamento che non possono sicuramente mancare nel suo guardaroba sono bomber, top sportivi e pantaloni della tuta, abbinati a scarpe dai colori accesi e cambi di capelli radicali, tra treccine chilometriche e messe in piega liscissime.

Madame e Anna, astri nascenti del rap game italiano

Madame, all’anagrafe Francesca Calearo, e Anna Pepe, in arte Anna, potrebbero essere le due facce della stessa medaglia della scena rap nostrana. La prima, dalla penna iper creativa e dallo stile più sobrio, mentre la seconda, giovanissima ma grintosa, nelle rime come nel look.

Madame, dopo aver pubblicato il suo singolo di debutto, Sciccherie, nel 2018, si è fatta notare sempre di più dai suoi colleghi. È arrivata così a collaborare con artisti come Marracash, Don Joe, Ernia e, non per ultimo, Dardust.

Il produttore l’ha scelta come voce femminile per “Defuera”, primo singolo del suo nuovo progetto DRD. Per l’occasione, Francesca, quasi sempre immortalata con abiti street style, come felpe e pantaloni larghi, è stata vestita in modo iper femminile da Dior.

Madame ci è così mostrata in una sua veste inedita, che chissà, magari rivedremo presto.

Anna, invece, a soli 17 anni, è già un rap star. Il successo del suo singolo “BANDO”, che ha spopolato sia su Spotify che TikTok, è paragonabile a quello del suo stile. La rapper lascia tutti senza parole, passando da total look street a vestiti attillati e pettinature anni ’90.

Rose Villain, la donna di casa Machete

Rose Villain, nome d’arte di Rosa Luini, è la bellezza femminile della Machete Crew, etichetta fondata da Salmo, DJ Slait, Enigma e Hell Raton. Femminista, sempre dalla parte delle donne, la rapper si è fatta conoscere dal grande pubblico con il brano “Chico”, in collaborazione con Guè Pequeno.

https://www.instagram.com/p/CFj5B_8obb3/

Classe ’89, Rose Villain è una donna che sa cosa vuole e non ha paura di dimostrarlo con i suoi outfit e i suoi capelli, sempre di un colore diverso. L’artista alterna così street style a femminilità ed eleganza, capelli rosa lunghissimi a blu corti con frangetta (VEDI ANCHE).

Una Rosa Villain diversa ogni giorno per esprimere a trecentosessanta gradi la sua personalità prorompente e fuori dagli schemi.

Parole di Alanews