Le poesie d'amore più belle da dedicare al tuo partner

Scopriamo le migliori poesie d'amore brevi e famose da dedicare sia a lui che a lei. Abbiamo selezionato i versi di autori celebri che hanno dedicato all'amore parole toccanti, a volte malinconiche, in altri casi passionali e romantiche. Ecco le più belle poesie da dedicare da cui trarre ispirazione.

poesie d'amore

Pixabay | marysse93

Sono molti i poeti famosi che nel corso dei secoli hanno scritto versi sentimentali e poesie d’amore dedicate ad amanti, compagni fedeli, amori fuggevoli.

In quei versi, ancora oggi, è possibile riconoscersi. Perché l’amore è un sentimento universale che unisce tutti, e niente meglio di una poesia d’amore può aiutare noi comuni mortali a esprimere, con parole precise e immagini vivide, i nostri sentimenti verso l’altro. Anche quando per amore siamo tristi, o quando il nostro è un amore finito e crogiolarsi nelle parole malinconiche più appropriate è una delle soluzioni.

Qui e ora, però, leggiamo alcune delle più belle poesie d’amore, almeno secondo noi, da dedicare a lui e a lei.

Si tratta di poesie sull’amore romantico, ma anche passionale, per lo più corte, di autori anonimi, ma soprattutto di poeti famosi.

Poesie d’amore per lei

Partiamo dalle poesie per lei, incentrate sull’amore dolce e romantico ma anche passionale.

QUASI NIENTE, Eugénio de Andrade
L’amore
è un uccello tremante
nelle mani di un bambino.
Si serve di parole
perché ignora
che le mattine più limpide
non hanno voce.

Ti voglio dire,
che ti voglio
dire, che ti
voglio dire, che
voglio dirti, che
ti voglio dire,
che ti voglio.
(Tibur Kibirov)

A DUE A DUE, Paul Éluard
Non andremo più alla meta a uno a uno
ma a due a due. Conoscendoci
a due a due noi ci conosceremo
tutti, noi ci ameremo tutti e i nostri figli
rideranno della leggenda nera dove
piange un solitario.

STELLA, Giuseppe Ungaretti
Stella, mia unica stella
Nella povertà della notte, sola,
Per me, solo, rifulgi,
Nella mia solitudine rifulgi,
Ma, per me, Stella
Che mai non finirai d’illuminare
Un tempo ti è concesso troppo breve,
Mi elargisci una luce
Che la disperazione in me
Non fa che acuire.

L’amore non dà nulla fuorché sé stesso
e non coglie nulla se non da sé stesso.
L’amore non possiede,
né vorrebbe essere posseduto
poiché l’amore basta all’amore.
(Khalil Gibran)

In tua assenza
la giornata
è di 24 ore esatte,
in tua presenza
a volte di meno
a volte di più.
(Abbas Kiarostami)

AMMORE PERDUTO, Totò
Ammore perduto, ì t’ero truvato, nun aggio saputo tenerte cu mme.
Ammore perduto m’ha ditto stu core, ca tard ha saputo tu ch’ire pe mmè.

HO SCELTO TE, S. Lawrence
Nel silenzio della notte io ho scelto te.
Nello splendore del firmamento, io ho scelto te.
Nell’incanto dell’aurora, io ho scelto te.
Nelle bufere più tormentose, io ho scelto te.
Nell’arsura più arida, io ho scelto te.
Nella buona e nella cattiva sorte, io ho scelto te.
Nella gìoia e nel dolore, io ho scelto te.
Nel cuore del mio cuore, io ho scelto te.

IL FUTURO, Julio Cortázar
E so molto bene che non ci sarai.
Non ci sarai nella strada,
non nel mormorio che sgorga di notte
dai pali che la illuminano,
neppure nel gesto di scegliere il menù,
o nel sorriso che alleggerisce il “tutto completo” delle sotterranee,
nei libri prestati e nell’arrivederci a domani

…il tuo corpo è un’ isola segreta
lontana
facciamo che sono un naufrago
mi sveglio sulla spiaggia
è mattina
non ho nessunissimo bisogno
di essere
salvato
(Guido Catalano)

Dammi la tua mano…
Vedi?
Adesso tutto pesa la metà…
(Leo Delibes)

La luce che nei tuoi occhi si riflette,
Illumina a distanza le mie giornate anche se distanti!
(Anonimo)

L’amore non fa girare il mondo. L’amore e’ quella cosa che rende il viaggio degno di essere percorso.
(Franklin P. Jones)

Poesie d’amore per lui

Passiamo ora a scegliere una poesia d’amore da dedicare a lui. In questo caso abbiamo optato per una selezione di poesie sull’amore scritte da poetesse famose, corte e appassionate. Tra queste, non possono mancare quelle di una poetessa che all’amore sensuale ha praticamente dedicato la vita, Alda Merini.

È vertigine, amore, primavera,
sfida, pianto di gioia, verità.
Ed è subito «era».
(Maria Luisa Spaziani)

IERI SERA ERA AMORE, Alda Merini
Ieri sera era amore,
io e te nella vita fuggitivi e fuggiaschi con un bacio e una bocca come in un quadro astratto:
io e te innamorati stupendamente accanto.
Io ti ho gemmato e l’ho detto:
ma questa mia emozione si è spenta nelle parole

Te l’avevo detto
non spostarti troppo
su questo lato della mia vita
adesso l’hai fatta ribaltare
e ti guardo da sotto in su
da un rovesciato mare
(Anna Buoninsegni)

Regalami libri che finiscano bene
in mancanza di romanzi anche poesie
in mancanza di poesie magari anche una strofa
in mancanza di una strofa
anche un unico verso.
(Yvon Le Men)

Cercami nelle parole
che non ho trovato
(Blaga Dimitrova)

Talvolta con il Cuore
Raramente con l’anima
Ancora meno con la forza
Pochi – amano davvero
(Emily Dickinson)

Sono folle di te, amore che vieni a rintracciare nei miei trascorsi questi giocattoli rotti delle mie parole.
Ti faccio dono di tutto se vuoi, tanto io sono solo una fanciulla piena di poesia e coperta di lacrime salate, io voglio solo addormentarmi sulla ripa del cielo stellato e diventare un dolce vento di canti d’amore per te.
(Alda Merini)

Poesie d’amore famose

Infine, raccogliamo in un unico spazio una selezione di poesie d’amore d’autore, accomunate dal loro essere brevi ed emozionanti. Sono le poesie d’amore più belle del mondo? Difficile a dirsi, ma noi crediamo di sì. Certamente si tratta di poesie tra le più famose, bellissime, anzi, diremmo, versi indimenticabili che hanno attraversato i secoli e le nazioni. Si tratta di poesie d’amore italiane e internazionali, si spazia da Catullo a Pablo Neruda.

SONETTO LXIV, Pablo Neruda
E lì dalle tenebre mi sollevai al tuo petto, senz’essere e senza sapere andai alla torre del frumento, sorsi per vivere tra le tue mani, mi sollevai dal mare alla tua gioia.

Amo e non amo, sono
pazzo e non sono pazzo.
(Anacreonte)

LA NOTTE NELL’ISOLA, Pablo Neruda
Tutta la notte ho dormito con te vicino al mare nell’isola. Eri selvaggia e dolce tra il piacere e il sonno, tra il fuoco e l’acqua.

Odio e amo.
Forse tu ti chiedi perchè io lo faccia. Non lo so. Ma sento che accade, e ne sono tormentato.
(Catullo)

Sei la mia schiavitù sei la mia libertà
sei la mia carne che brucia
come la nuda carne delle notti d’estate
sei la mia patria
tu, coi riflessi verdi dei tuoi occhi
tu, alta e vittoriosa
sei la mia nostalgia
di saperti inaccessibile
nel momento stesso
in cui ti afferro.
(Nazim Hikmet)

Un’arancia sulla tavola
il tuo vestito sul tappeto
e nel mio letto tu
dolce presente del presente
freschezza della notte
calore della mia vita
(Jacques Prevert)

La cosa più bella del nostro amore è che esso
non ha razionalità né logica
La cosa più bella del nostro amore è che esso
cammina sull’acqua e non affonda.
(Nizar Qabbani)

Tra adesso e adesso
tra io sono e tu sei
la parola ponte.
(Octavio Paz)

Chiamarti rosa, aurora, acqua fluente,
cos’è se non parole raccattate
tra i rifiuti d’altre lingue, d’altre bocche?
I misteri non sono quel che sembrano
o non riescono a dirli le parole:
nello spazio profondo, stelle poche.
(Josè Saramago)

Mio blu – dicevi –
mio blu.
Lo sono.
E anche più del cielo.
Ovunque tu sia
io ti circondo.
(Ghiannis Ritsos)

Amore amore
lieto disonore.
(Sandro Penna)

Ora lei è mia – del tutto mi appartiene
nel male e nel bene,
dal mio impetuoso e ardito amare
nessun angelo ti potrà salvare.
(Hermann Hesse)

L’amore vero, tu lo sai, è volere
la gioia di chi non ci appartiene
è questo uscire, traboccare da se stessi come il sangue dalle vene
per un taglio, è l’irrinunciabile,
amore energia mutabile eterno bene.
(Giuseppe Conte)