Come pianificare un capodanno virtuale last minute divertente

Non sai ancora cosa farai a capodanno? Ecco qualche suggerimento per organizzare a un party virtuale con i tuoi amici

Capodanno virtuale

Foto Unsplash | Amy Shamblen

Non vediamo l’ora di dire addio a questo 2020: ci sarebbe piaciuto farlo con una grande festa in compagnia di tutte le persone che durante l’anno non abbiamo potuto vedere come avremmo voluto, ma le regole impongono ancora il distanziamento e spostamenti limitati. Però possiamo organizzare un capodanno virtuale, una festa via Zoom che ci faccia sentire vicino a chi amiamo, ovviamente divertendoci.

Visto che alla serata manca pochissimo, ecco i consigli da mettere in pratica subito per organizzare un party perfetto.

Come organizzare un party di capodanno virtuale

Il segreto per una festa riuscita è l’organizzazione: può anche essere molto semplice, ma avere un’idea chiara dei tempi e di che attività svolgere renderà la serata molto piacevole e per nulla noiosa, pur mancando il contatto “umano”.

Scegliere il programma

Se dal vivo basta un po’ di musica, stuzzichini e da bere per creare atmosfera, via webcam serve un programma più dettagliato della festa per far sì che nessuno si annoi e non ci siano momenti vuoti. Si possono fare quiz musicali o di cultura generale, si può giocare a tombola (una delle opzioni più gettonate) oppure a turno fare i dj della serata, condividendo canzoni e playlist.

Capodanno 2021 è anche un’occasione che tanti aspettano per ripartire metaforicamente dopo un anno difficile: potrebbe anche essere divertente e costruttivo raccontare cosa ci ha insegnato nel 2020, cosa ci porteremo nel nuovo anno e le abitudini che invece abbandoneremo (tipo queste) e gli immancabili buoni propositi.

Scegliere il tema

Un modo semplice per sentirsi ancora più uniti e parte di una squadra è avere elementi dell’abbigliamento simili o coordinati. Le feste a tema poi sono sempre molto divertenti! Si può optare per i colori (bianco e nero, rosso, oro), per i glitter, il fluo, oppure per outfit super eleganti o da discoteca. Intramontabile il pigiama party o i travestimenti: tutti vestiti da cantanti, celebrità, calciatori, ecc.

Inviare gli inviti e il programma della serata

Decise le questioni tecniche, non c’è tempo da perdere: invitare i tuoi amici! Non essendo un party “in presenza” (termine che abbiamo imparato a conoscere nel 2020), le adesioni potrebbero essere totali, ma essendo comunque last minute non offendiamoci per eventuali rifiuti. In ogni caso, ricordiamoci di inviare orario, tema, programma preciso e ovviamente link della video call, così tutti gli invitati arrivino preparati. Un’ultima raccomandazione: non più di 20 invitati, altrimenti si rischia di creare troppa confusione.

Capodanno virtuale
Foto Unsplash | Dennis Brendel

Scegliere un co-organizzatore

Affinché tutto vada liscio come l’olio e non ci siano intoppi o qualcuno si senta escluso o annoiato, l’ideale è scegliere un amico che vi aiuti nella gestione del tutto. Non basta il padrone di casa, serve una spalla che controlli a sua volta, che coinvolga i partecipanti e sia di supporto in caso di problemi. Un vice è fondamentale per la buona riuscita del vostro capodanno virtuale.

Fare una prova generale

Ok, manca pochissimo e dobbiamo prepararci (qui idee di outfit, accessori e manicure), cucinare (qui idee per un menu di coppia), mettere qualche decorazione, ma proviamo a ritagliarci qualche minuto per controllare che la nostra connessione funzioni alla perfezione ma non solo: facciamo una chiamata di prova con gli invitati disponibili.

Dopo aver fatto il punto con il vostro “collega” organizzatore, non resta che fare il countdown e godersi questo capodanno virtuale.

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.