Forno a microonde: consigli per l'uso

Alcuni consigli utili per usare in modo corretto il forno a microonde. Quali contenitori utilizzare e come cuocere il cibo

Forno Microonde

 
Il forno a microonde è presente in quasi tutte le cucine ormai; è comodo e funzionale, i tempi di cottura sono decisamente più rapidi rispetto al forno tradizionale e c’è l’utilissima funzione di scongelamento, ideale per chi ha fretta: cuoce i piatti precotti o surgelati in pochissimi minuti. 
Molti, però, si domandano: il microonde è pericoloso?
 
La cottura a microonde non è sicuramente uguale alla cottura tradizionale: avviene per induzione di calore, cioè le microonde provocano un flusso di corrente all’interno dei cibi.  
Non a tutti piace il sapore dei cibi cotti nel forno a microonde e lo utilizzano unicamente per scaldare o scongelare gli alimenti, ma non per la cottura vera e propria. 
Esistono, però, forni a microonde di ultima generazione che abbinano alle microonde e al grill anche la stessa cottura del forno tradizionale e possono, quindi, sostituirlo.
 
Il microonde va usato seguendo alcuni accorgimenti.
 
Prima di utilizzarlo è d’obbligo leggere attentamente le istruzioni; questo vale per qualsiasi elettrodomestico, non solo per il forno a microonde! 
Bisogna usare unicamente stoviglie create appositamente per questo tipo di forno; esistono in commercio set di accessori adatti al forno a microonde, in vetro, in ceramica, in plastica e ultimamente anche in silicone.
 
Utilizzare unicamente la pellicola creata per la cottura in questo forno, e non quella solita. E’ necessario fare attenzione affinchè la pellicola non entri a contatto con i cibi: va usata solo per coprire i contenitori, non avvolta intorno all’alimento. 
Non bisogna mai usare fogli o contenitori di alluminio nel microonde perchè si possono produrre delle scintille.
 
E’ consigliabile sorvegliare spesso il forno mentre è in funzione, perchè alcuni materiali se rimangono troppo a lungo nel forno, potrebbero prendere fuoco.
 
Bisogna cuocere la carne troppo spessa ad una potenza media, e non al massimo, per permettere al calore di raggiungere anche la parte interna, evitando di cuocere eccessivamente solo la parte esterna, seccandola.
 
A metà cottura, mescolare il cibo (o ruotarlo) per permettere una cottura uniforme e per impedire ai batteri nocivi di sopravvivere nei punti rimasti freddi. Esiste infatti il problema della cottura non omogenea dovuta alla distribuzione non omogenea delle microonde all’interno forno.  
Questo problema è minore nei forni di ultima generazione. 
A fine cottura, attendere qualche istante prima di aprire lo sportello del forno a microonde.
 
Portare sempre a termine la cottura del cibo messo nel microonde: se si scongela un alimento, questo va subito cotto (sempre nel microonde, oppure con altri metodi tradizionali). Questa regola vale non solo per i cibi surgelati: non conservare gli alimenti cotti nel microonde solo parzialmente, ma continuate immediatamente la cottura.
 
Nel forno a microonde si può anche cuocere a vapore, utilizzando le vaporiere adatte.  
Esistono anche caffettiere, stampi per dolci e addirittura accessori per friggere senza grassi. 
Nella fotogallery troverete alcuni esempi di accessori per il forno a microonde.
 
Foto: 
www.pan.fotovista.com 
www.dmail.it

Parole di Irene

Irene è stata collaboratrice di Pourfemme dal 2008 al 2014, occupandosi principalmente di tematiche relative alla casa e il fai da te, il benessere, i viaggi.