Emicrania da ciclo: ecco perché viene e come affrontarla

Ecco i motivi per cui durante le mestruazioni potreste soffrire di emicrania e come affrontarla

emicrania ciclo mestruale

Foto Pexels |

Non è una novità che i giorni antecedenti al ciclo mestruale possano essere piuttosto “scomodi”. Tra crampi, gonfiore, irritabilità, stanchezza e mal di testa, i giorni delle mestruazioni possono essere piuttosto difficili da gestire. Per alcuni, tra l’altro i sintomi legati alla sindrome pre mestruale, ma anche durante il ciclo, possono essere piuttosto gravi. Diverse donne durante il ciclo soffrono di emicrania e hanno nausea, vertigini, vomito e vista sfocata.

Leggi anche: Come cambia il ciclo mestruale a 20, 30 e 40 anni

Emicrania da ciclo: perché viene

La ginecologa Alessandra Graziottin ha spiegato, sul suo blog, che il mal di testa colpisce il 18% delle donne ed è più frequente tra i 14 e i 49 anni. Inoltre, ha spiegato perché è più frequente nelle donne rispetto che negli uomini,

Fino alla pubertà, la prevalenza di malattie infiammatorie e autoimmuni è la stessa tra bambine e bambini (1 a 1), con qualche rara eccezione. Dopo la pubertà, queste malattie triplicano nel sesso femminile, perché le fluttuazioni dei livelli estrogenici, che variano molto all’ovulazione e alla mestruazione, attivano le cellule dell’infiammazione, chiamate mastociti, mentre il testosterone le calma, entro certi limiti”.

Secondo la National Headache Foundation, più del 60% delle donne soffre di emicrania durante il ciclo mestruale. È importante saperla trattare nel mondo adeguato e, soprattutto, riuscire a capire quali sono le differenze con un normale mal di testa.

Prima di tutto, secondo gli esperti, più del 90% dei mal di testa rientra nella categoria di tipo tensivo. Solo il 10%, quindi, sperimentano una vera e propria emicrania. Sì tende a pensare che l’emicrania, in particolare quella da ciclo, sia un dolore più forte di altri tipi di mal di testa, ma non è sempre così.

Secondo gli esperti, si possono individuare le differenze tra emicrania mestruale e mal di testa da sindrome premestruale guardando i sintomi. L’emicrania, infatti, in genere dura da quattro ore a tre giorni, ed è caratterizzata da un dolore lancinante su un lato della testa. Inoltre, può causare a nausea e vomito.

Le emicranie da ciclo possono peggiorare con l’avanzare dell’età ed essere più intese e frequenti nelle donne che si avvicinano alla menopausa. Inoltre, tendono ad essere un “fattore di famiglia”. Non è quindi raro che se una madre ha sofferto di emicrania durante il ciclo probabilmente ne soffrirà anche la figlia.

Come curarla

Per curare l’infiammazione, come suggerisce la dottoressa Graziottin, bisogna agire prima di tutto sul proprio stile di vita. Inoltre, il medico potrà valutare, caso per caso, l’idea di prescrivere integratori e antinfiammatori naturali e cure ormonali, che possono aiutare a combattere l’emicrania in casi invalidanti.

È importante inoltre mantenere un corretto stile alimentare, controllare il peso corporeo, evitare alcol e fumo e provare a praticare yoga o a fare ogni giorno una lunga passeggiata.

Leggi anche: Assorbenti: le varie tipologie in commercio, tradizionali o ecologiche

Parole di Benedetta Minoliti