La dieta Galveston aiuta a combattere l'aumento di peso in menopausa

La dieta Galveston è stata creata dalla dottoressa Mary Claire Haver con lo scopo di combattere l'aumento di peso tipico della menopausa. Il suo segreto? Proteine magre e alimentazione antinfiammatoria

Donne di spalle

Foto Pexels / RODNAE

Molte donne tendono a prendere peso durante il periodo della mezza età e, soprattutto, nel periodo della menopausa. La dieta Galveston, messa a punto dalla ginecologa Mary Claire Haver e mira proprio a invertire questa tendenza, basandosi un programma composto da proteine ​​magre e carboidrati a basso indice glicemico, ideale per perdere peso.

La dieta Galveston dunque mira proprio a supportare la donna durante la delicata fase dei cambiamenti ormonali della menopausa, caratterizzata in particolare dal calo degli estrogeni e una maggiore predisposizione ad accumulare grasso e a prendere peso.

Ecco quindi tutti i segreti di questo piano alimentare studiato appositamente per perdere i chili di troppo senza fare troppa fatica.

La dieta Galveston è progettata per la menopausa

La dieta Galveston è una dieta antinfiammatoria che si concentra su un piano alimentare composto da proteine ​​magre e carboidrati a basso indice glicemico che potrebbero aiutare le donne a gestire il loro peso durante la menopausa

Il punto focale di questo piano alimentare è quello di ridurre l’infiammazione limitando le ore in cui si mangia e eliminando gli alimenti che possono scatenare infiammazioni, come ad esempio glutine e zucchero

Dieta Galveston, ecco gli alimenti che puoi mangiare

La dieta Galveston permette di perdere peso continuando a mangiare carne, verdura, frutta e grassi buoni. Ecco allora una lista di alimenti che si possono tranquillamente mangiare seguendo questo piano alimentare.

Fonti proteiche previste dal piano alimentare

Seguendo questo piano alimentare sono consentite solo ed esclusivamente le proteine ​​magre, proprio per evitare un eccesso di grassi saturi, che sono i responsabili dell’aumento di peso. Via libera quindi a salmone e a carni magre, nutrite a erba come manzo, tacchino e pollo. Concesse anche uova e yogurt greco.

Consuma solo grassi buoni

Trattandosi di uno stile alimentare che vuole evitare un eccesso di grassi saturi, dovrai preferire il consumo di grassi buoni come noci, semi, olio extravergine di oliva e avocado.

Verdure ad alto contenuto di antiossidanti

La dieta Galveston incoraggia il consumo di verdure a basso contenuto glicemico e ad alto contenuto di antiossidanti antinfiammatori come spinaci, zucchine, pomodori, cetrioli, sedano, broccoli e cavolfiore.

Solo frutta con basso contenuto di zuccheri

Il piano alimentare previsto dalla dieta Galveston consiglia di consumare frutta a basso contenuto di zuccheri e ad alto contenuto di antiossidanti. Via libera allora ai frutti rossi come mirtilli, lamponi e fragole.

Quali cibi dovresti evitare

La dieta Galveston bandisce completamente i grassi saturi. Se decidi di seguire questo percorso alimentare evita i cibi trasformati e i cibi con zuccheri aggiunti. Durante il rifornimento di spesa settimanale evita di acquistare le merendine e cibi confezionati più in generale.