Dimagrire dopo i 50 anni? Ecco come!

Dimagrire a 50 anni è possibile ma il metabolismo rallenta e perdere peso velocemente si rivela più difficile. Tuttavia, seguendo, una giusta dieta dimagrante si possono ottenere ottimi risultati e si può dimagrire velocemente. Ecco i nostri suggerimenti per una dieta a 50 anni.

Donne di 50 anni che fanno yoga

Foto Shutterstock | Monkey Business Images

Scopriamo come dimagrire con la dieta dopo i 50 anni, seguendo un programma dimagrante e alcuni consigli utili. Perdere peso alla soglia degli anta non è facile come quando si è più giovani. Lo sanno bene tutte le donne che hanno provato a perdere peso senza raggiungere i risultati sperati. Le ragioni che ostacolano il mantenimento della corretta forma fisica sono diverse: il metabolismo rallenta, la dieta in menopausa cambia, l’assenza di attività fisica, anche se è possibile seguire una ginnastica adatta alla propria età, e problemi di ritenzione idrica. Tutti questi fattori rischiano di mettere a dura prova la nostra forza di volontà. Non dimentichiamo, però, che anche camminando è possibile mantenersi in linea, senza fare ovviamente sforzi eccessivi. Ma non è il caso di demordere, con i nostri consigli scoprirete come dimagrire a 50 anni e la dieta settimanale da seguire in menopausa.

La dieta da seguire dopo i 50 anni

Se volete perdere peso con una dieta dimagrante e ottenere nuovamente una pancia piatta, non disperate: dimagrire a 50 anni, mangiando bene e con il giusto allenamento è possibile. A quest’età molte donne cercano una dieta adatta alla menopausa per dimagrire pancia e fianchi, ridurre la ritenzione idrica e combattere la cellulite.

L’alimentazione gioca un ruolo molto importante per mantenersi in forma, quindi non occorre solo camminare ed effettuare ginnastica almeno una volta a settimana, bisogna seguire una dieta corretta ed equilibrata. Noi vi suggeriamo alcuni consigli, ma prima di intraprendere una dieta dimagrante è fondamentale sentire il parere di un esperto. Inoltre, determinati alimenti sono adatti per riattivare il metabolismo dopo i 50 anni, quindi prendete appunti!

Come riattivare il metabolismo per dimagrire a 50 anni

La prima regola consiste nell’eliminare l’assunzione di zuccheri semplici come farina bianca e cibi molto lievitati, che possono inoltre essere motivo di intolleranze alimentari e causare meteorismo e la fastidiosa sensazione della pancia gonfia.

Per quanto riguarda l’alimentazione quotidiana è consigliabile scegliere pasta, riso e altri cereali integrali abbinati con verdura sia cotta che cruda. Difatti le fibre della verdura e dei cereali fanno assorbire meno zuccheri e grassi e questo favorisce il dimagrimento e anche lo smaltimento dell’adipe viscerale. I carboidrati, tuttavia, non vanno eliminati ma sostituiti con quelli integrali molto più efficaci per perdere peso: pasta e riso integrali si possono alternare ad altri cereali come quinoa, kamut, miglio, bulgur e farro, molto ricchi di fibre, vi aiuteranno ad assorbire meno zuccheri e a ridurre l’accumulo di grassi, facilitandovi così il dimagrimento di pancia e fianchi.

Per dimagrire velocemente, dovrete necessariamente ridurre la calorie: il fabbisogno calorico medio di una donna è di circa 1800 calorie al giorno, tuttavia bisogna considerare sempre che, dopo i 50 anni il metabolismo rallenta e si fa meno attività fisica. L’alimentazione quindi è fondamentale, la dieta dovrà necessariamente essere equilibrata, privilegiando alcuni cibi anziché altri. Per attivare il metabolismo provate ad integrare nel vostro programma alimentare cibi ricchi di calcio di origine vegetale e alimenti con omega3, come il salmone. Inoltre è bene non saltare mai i pasti e bere molta acqua ogni giorno per aiutare il metabolismo a funzionare bene e quindi a consumare più calorie.

La frutta si può consumare ma meglio se di stagione e se consumata al mattino o a merenda, privilegiando frutta ricca di potassio e acqua, e dalle proprietà antiossidanti, come mirtilli, fragole, ribes e melograno. Utilissimo ridurre il sale, che fa bene anche alla pressione arteriosa e per ridurre la ritenzione idrica, a tutto svantaggio della cellulite.

Per dimagrire in fretta a 50 anni la dieta non basta, bisogna stare attente anche all’idratazione: difatti con l’avanzare degli anni la sensazione di sete tende a diminuire. Ricordatevi di bere almeno un bicchiere di acqua appena sveglie, uno prima di ogni pasto principale e ancora uno prima di andare a dormire. In questo modo, assumendo circa 2 litri di acqua al giorno, riuscirete a favorire l’eliminazione delle scorie.

Infine non dimenticate di fare un po’ di sport ogni giorno perché l’attività fisica permette di ottenere risultati in tempi decisamente più brevi.

Menopausa: esempio di dieta dopo i 50 anni

In generale a colazione possono andare bene una tazzina di caffè o tè senza zucchero; 2 fette biscottate integrali e 2 cucchiaini di marmellata. Volendo, è possibile completare la colazione con 1 yogurt e 1 frutto.

Per il pranzo, vi suggeriamo un piatto di asparagi conditi con 1 cucchiaio di olio e aceto. Aggiungete una porzione di 80 gr di pasta con broccoli e crescenza, al pomodoro (preferibilmente integrale) con 1 cucchiaio di parmigiano oppure preparata con tonno e peperoni saltati in padella.

Per la merenda di metà pomeriggio, optate per tè senza zucchero o caffè amaro. Completate con uno yogurt magro ai cereali.

Infine, la cena tipo per dimagrire a 50 anni in menopausa, prevede un’insalata di lattuga e cetrioli, pesce spada e una manciata di mandorle.

Dimagrire a 50 anni: la ginnastica da seguire

Qual è l’allenamento per dimagrire a 50 anni? Si possono praticare diversi sport a questa età: pilates, yoga, nuoto, corsa sono particolarmente indicati ma anche un allenamento costante in palestra sarà fondamentale per raggiungere i risultati sperati. Il personal trainer vi rilascerà uno schema in base al vostro peso forma, età e l’obiettivo da raggiungere.

La massa muscolare con l’età è più difficile da costruire e per questo bisogna lavorare su di essa, allenando soprattutto la forza. L’ideale quindi per dimagrire e tonificare a 50 anni è un workout di mezz’ora basato su esercizi di resistenza, almeno 2-3 volte a settimana.

In particolare dimagrire correndo o camminando a 50 anni è possibile, ma occhio ad essere un minimo allenati prima di fare “maratone”. Se non siete abituate a correre, meglio iniziare con delle camminate veloci di mezz’ora al giorno.

Per quanto riguarda la ginnastica per dimagrire a 50 anni, ecco alcuni esercizi da eseguire in 2 serie per 10 ripetizioni ciascuno con un minuto di riposo per ogni serie.

  • Lat pulldown per rafforzare e sviluppare i muscoli della parte superiore della schiena. Sedetevi e regolate il seggiolino in una posizione salda sopra le cosce. Scegliete un peso, afferrate la barra con un’apertura appena maggiore rispetto alla larghezza delle spalle, mentre le ginocchia stanno sotto le imbottiture. Tirate la barra lentamente finché non raggiunge la base del collo mentre le scapole si stringono indietro. Riportate la barra indietro inspirando.
  • Press con manubri per rafforzare il petto e le spalle. Afferrate un manubrio in ogni mano e sedetevi sulla panca, mettete i manubri sulle ginocchia, sdraiatevi e metteteli all’altezza del petto lungo i fianchi. Spingete i manubri verso l’alto sopra il petto mantenendo le braccia distese, infine riportate i manubri indietro. Espirate mentre spingete, inspirate mentre tornate alla posizione iniziale.

Parole di Chiara Ricchiuti