Acido Mandelico: il peeling green miracoloso di cui non sapevi di avere bisogno

Come l'Acido Mandelico rende la pelle luminosa, purificata e più giovane. Scopriamo insieme il portentoso peeling naturale.

Acido Mandelico Peeling

Foto Pinterest | Harrods

Noto ed amatissimo per le sue proprietà anti-age, purificanti nonché illuminanti l’Acido Mandelico è il trattamento di bellezza passepartout adatto ad ogni tipologia di pelle. Pronta ad inserirlo nella tua skincare routine?

I suoi innumerevoli benefici lo rendono adatto ad essere ampiamente sfruttato nell’ambito della cosmesi: esso è infatti quello che viene definito un “acido buono” del tutto naturale, estratto proprio dalla mandorla come il nome stesso suggerisce, impiegato nella formulazione di creme viso, prodotti esfolianti e adatti a contrastare i segni del tempo. Proprio come nel caso del Bakuchiol, tale sostanza green svolge un’azione determinante quando si tratta di eliminare antiestetiche macchie scure e solchi leggeri o più decisi.

Acido Mandelico e peeling

Come affermato poco fa, uno dei tanti meriti del portentoso Acido Mandelico è sicuramente la sua proprietà esfoliante: esso risulta infatti ottimale per la realizzazione di peeling sulla pelle. Leggero ma estremamente efficace, è adatto per questo motivo a pelli sensibili, le quali non soffriranno sistematicamente di fastidiosi pruriti o rossori in seguito al trattamento. Nota di dovere: è comunque d’obbligo la stesura di una buona crema idratante lenitiva dopo averlo eseguito.

L’Acido Mandelico gode dell’ulteriore vantaggio di non essere fotosensibilizzante, fattore che ne determina la possibilità di essere utilizzato anche nelle stagioni più calde, quando la pelle è maggiormente soggetta all’esposizione dei raggi solari.

Come avviene il trattamento

Il peeling all’Acido Mandelico va necessariamente eseguito solo una volta detersa la pelle del viso -assolutamente proibito farlo sul viso ancora truccato-: il prodotto si applica tamponando il volto tramite un discetto di cotone ben imbevuto, avendo cura di evitare la zona del contorno occhi. Il tempo di posa è di soli cinque minuti, in seguito ai quali occorre risciacquare con abbondante acqua tiepida. E, nonostante clamorosi benefici siano sin da subito riscontrabili, bisognerà cercare di non cedere a strane tentazioni, riservando il trattamento ad una normale frequenza di quindici giorni!

Parole di Sara Iaccino