Trucco permanente: come funziona, prezzi e controindicazioni

Tutto quello che devi sapere sul trucco permanente: di cosa si tratta, come funziona, quali sono i costi e la durata.

ragazza che fa tatuaggio sopracciglia

Foto Shutterstock | HBRH

Avete mai sentito parlare di trucco permanente? È quella procedura nota come micropigmentazione che permette di dare una definizione maggiore agli occhi, una forma migliore alle sopracciglia e offre la possibilità di creare un perfetto contorno labbra in grado di renderle più belle e seducenti senza sbavature di matita o rossetto. Viene altresì usato anche per mettere ombretto o colorare le guance come farebbe il fard. È spesso usato da chi soffre di allergia ai cosmetici o da chi desidera eliminare il make up una volta per tutte. Ma come funziona e qual è la differenza con il trucco semipermanente? Scopriamo di più anche riguardo i prezzi e la durata!

Trucco permanente: cos’è e come funziona

Il procedimento prevede l’utilizzo di un dispositivo particolare, un apparecchio portatile, di minime dimensioni, in grado di fare piccolissimi fori sottocute, con estrema rapidità (centinaia di micro iniezioni al minuto), attraverso i quali iniettare una pigmentazione permanente, del colore (pigmento organico) e nella posizione desiderati. Da qui il nome di micropigmentazione. Può essere utile per definire meglio il contorno labbra, per rendere più intenso lo sguardo, evitando di dover utilizzare ogni giorno matite e eyeliner, ma può anche essere la risposta a piccole imperfezioni o cicatrici da mascherare. Il trucco in questione è permanente, quindi non necessita di struccature serali (se non dell’eventuale rimmel aggiunto) o lunghe ore quotidiane davanti allo specchio per cercare di realizzare un make up perfetto. Come tale è particolarmente importante sottoporsi a tale procedura in mani esperte.

Differenza tra trucco permanente e semipermanente

A vedere da tale descrizione, possiamo definire il trucco permanente come un precisissimo tatuaggio. In realtà il trattamento è simile, come concetto, ma è diverso nelle tecniche di applicazione, nella durata della pigmentazione e nella composizione del pigmento. Il trucco permanente va meno in profondità nella pelle, è dunque meno invasivo, i colori usati sono esclusivamente naturali, testati e certificati, molto tollerati. La durata del trucco è inoltre limitata nel tempo (un periodo molto lungo, ma comunque non definitivo come il tatuaggio). La differenza con il trucco semipermanente è sottile: quest’ultimo ha una durata inferiore rispetto al trucco permanente, ma nessuno dei due è per sempre.

In quale parte del viso si applica il trucco permanente

Se siete alla ricerca di un trucco permanente per il vostro viso, sappiate che potete migliorare l’aspetto esteriore di occhi, labbra e sopracciglia. Quindi, con questa tipologie di trucco è possibile ottenere un make up permanente che non ha bisogno di eccessive cure. Insieme all’esperto potrete scegliere la tecnica più adatta a voi in base anche all’obiettivo da raggiungere!

Come si applica il trucco permanente

Esistono varie tecniche di applicazione in base anche alla zona da trattare. Solitamente viene inserito del pigmento sotto la pelle rimanendo, però, negli strati più superficiali. Prima di prendere un appuntamento, chiedete sempre informazioni e dettagli all’esperto a cui vi affiderete per il trattamento.

Trucco permanente, fa male?

Viene spontaneo poi domandarsi se l’applicazione del trucco permanente sia dolorosa come quella del tatuaggio. Chiaramente in ambedue i casi dipende dalla individuale soglia del dolore, dalla mano del professionista e/o dall’uso (possibile) di pomate anestetiche da applicare localmente. Solitamente in genere si parla di fastidio o di lieve dolore.

Trucco permanente: la durata

Per truccarsi in modo permanente affidandosi a mani esperte bastano 2-4 ore in base alla zona da trattare e il trucco da effettuare. Il trucco permanente solitamente non richiede vari ritocchi nel corso dell’anno, a differenza del trucco semipermanente. Il micropigmento viene gradualmente rilasciato dalla pelle e, di conseguenza, tende ad attenuarsi. Non c’è un limite di tempo valido per tutti, varia da caso a caso, ma a titolo esemplificativo si può indicare una forbice temporale compresa tra i 4 e gli 8 anni.

Come si toglie?

Esistono diversi metodi efficaci per rimuovere il trucco permanente. Uno dei più famosi è il laser, in alternativa è possibile ricorrere ad un esperto, il quale si occuperà di una correzione su un make-up giù esistente. Ricordate sempre che il trucco non è per sempre, quindi con il passare del tempo tenderà a svanire sempre di più!

Trucco permanente: qual è il costo?

I costi del trucco permanente variano sia in base alla zona da trattare sia al trucco da realizzare. Ecco qualche cifra indicativa.

Per la bocca, per rifinirne e riempirne i contorni, sono richiesti 400-500 euro. Per gli occhi, quando si tratta della riga per le definire le ciglia superiori sono richiesti 300-400 euro, mentre per rinfoltire le sopracciglia il costo si aggira intorno ai 250-550 euro.

Chi esegue il trucco permanente

Il trucco lo esegue il dermopigmentista, quindi affidatevi sempre a chi è realmente esperto nel suo lavoro e lo esegue correttamente. Per essere sicure di scegliere bene, lasciatevi consigliare da qualcuno vicino a voi!

Parole di Chiara Ricchiuti