Le scarpe rosse di Chiara Ferragni: alla cerimonia dell'Ambrogino d'Oro sceglie di dire no alla violenza contro le donne

In occasione della consegna del premio, l'influencer ha indossato un paio di decolleté rosse che come ha spiegato lei stessa, vogliono mandare un messaggio contro la violenza di genere

ferragni fedez ambrogino d'oro

Foto Instagram | @chiaraferragni

Chiara Ferragni e il marito Federico Lucia, in arte Fedez, hanno ricevuto questa mattina a Palazzo Marino l’Ambrogino d’Oro. Si tratta della massima onorificenza che il Comune di Milano dà ogni anno ai suoi cittadini che si sono distinti per atti importanti e utili alla comunità.

È stato assegnato alla coppia per l’impegno profuso quest’anno nella lotta al Coronavirus, dando il buon esempio durante il lockdown, lanciando una raccolta fondi per l’ospedale San Raffaele di Milano, impegnandosi in prima persona nella consegna di aiuti e infine avviando un progetto a sostegno dei lavoratori dello spettacolo, settore duramente colpito dalla pandemia.

I Ferragnez hanno sfruttato i loro 33 milioni di follower in maniera saggia, diffondendo messaggi importanti. Anche il premier Giuseppe Conte li ha scelti come “testimonial” per l’utilizzo della mascherina.

Foto Instagram | @chiaraferragni

Questa dunque la motivazione ufficiale con la quale il sindaco di Milano Beppe Sala ha consegnato l’Ambrogino d’Oro:

Durante la prima fase dell’emergenza sanitaria, hanno messo la notorietà al servizio della lotta al Covid-19 per provare a lenire le ferite della loro città. Con un racconto ironico sulla vita da famiglia milanese in quarantena, hanno sensibilizzato sull’importanza di osservare le regole per contenere il contagio. Con altruismo unito a senso pratico, hanno lanciato una raccolta fondi per l’ampliamento in tempi record del reparto di terapia intensiva dell’Ospedale San Raffaele. A questo risultato straordinario si aggiunge l’impegno come volontari dell’iniziativa ‘Milano Aiuta’. Preparando la spesa e pedalando per la città per consegnare cibo alle famiglie in difficoltà, hanno mostrato quanto sia importante, anche con gesti semplici, porgere la mano ai più fragili nel segno di un autentico spirito ambrosiano

Chiara Ferragni: il dettaglio delle scarpe rosse

Ovviamente, non è passato inosservato l’outfit di Chiara: per l’occasione ha scelto un total look Dior che ha messo in risalto le rotondità della gravidanza. A spezzare il blu scuro degli abiti ci hanno pensato le scarpe, un bellissimo paio di decolleté rosse, non un colore a caso.

Infatti le scarpe rosse sono il simbolo della lotta alla violenza contro le donne, scelte per rappresentare una femminilità violata in quanto tale.

Foto Instagram | @chiaraferragni

La Ferragni nell’ultimo periodo si è molto esposta sull’argomento, soprattutto in merito al caso di Alberto Genovese, l’imprenditore accusato di violenze su una ragazza di 18 anni. L’influcener ha illustrato tramite un video social i problemi che abbiamo tutt’oggi nella comunicazione della violenza e nel trattamento delle vittime. Il suo discorso è stato molto apprezzato e ha dimostrato come si possono veicolare messaggi importanti anche se si è costruita una carriera da influencer. Chiara, che ha un pubblico molto giovane, ha spiegato bene concetti delicati al fine di sensibilizzare più persone possibile.

Chiara Ferragni non è più la ragazza di Cremona appassionata di moda, è un’influencer nel senso più ampio del termine, ovvero il suo pensiero ha un peso sulle opinioni altrui: un potere che sta sfruttando in maniera socialmente utile.

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.