Harry: "Le mie sofferenze? Ereditate da mio padre"

Dopo le scioccanti rivelazioni da Oprah Winfrey, il principe Harry torna a parlare della sua sofferenza all'interno della Famiglia Reale: ecco cosa ha raccontato del suo rapporto con il padre Carlo

principe harry e carlo

Foto Getty Images | Max Mumby

La vita dentro la famiglia reale britannica è “una via di mezzo tra il Truman Show e uno zoo“. Lo ha affermato il principe Harry, secondogenito di Carlo e Diana, in una delle sue interviste dei popolari podcast “Armchair Expert”. Dopo le dichiarazioni dei duchi di Sussex da Oprah Winfrey, la bufera che si è abbattuta sulla famiglia reale più famosa di sempre non accenna a diminuire. Ma questa volta nell’occhio del ciclone ci è finito il principe Carlo, che Harry definisce la “radice psicologica e genetica” del suo disagio e della sua sofferenza.

Leggi anche: L’esperto di royals profetizza che Harry si pentirà dell’intervista

Harry: “La famiglia reale è come il Truman Show”

Che il principe Harry abbia a cuore il tema della salute mentale non è una novità, ma è forse la prima volta in cui il duca parla apertamente della sua sofferenza privata e di quella dei suoi familiari, intrappolati in una sorta di Truman Show, come lo definisce Harry. Il dolore che Carlo avrebbe trasmesso a Harry deriverebbe a sua volta dai genitori, il principe Filippo e la regina. “Ho sperimentato una qualche forma di dolore o sofferenza a causa del dolore o della sofferenza che forse mio padre o i miei genitori avevano sofferto e mi assicurerò di interrompere quel ciclo in modo da non trasmetterlo a mia volta“, confessa Harry, precisando di non voler incolpare nessuno.

Il principe Carlo? “Mi ha trasmesso le sue sofferenze”

Non è la prima volta che Harry parla della depressione di cui ha sofferto. Già, quattro anni fa, supportato dal fratello William e dalla allora amata cognata Kate Middleton, Harry aveva affrontato il tema, adducendo il suo malessere alla perdita prematura della madre. Ma adesso Harry non ha più intenzione di nascondere alcun particolare e fa riferimento a una catena genetica di disagi psicologici dentro la famiglia.

Leggi anche: Meghan Markle torna in tv dopo l’intervista scandalo a Oprah

Dietro la sofferenza di suo padre Carlo, ci sarebbe la sua infanzia, le scelte fatte per lui dai genitori, spiega Harry. “Non l’ho mai realizzato, non l’ho mai saputo, e poi all’improvviso ho iniziato a mettere insieme i pezzi e ho detto ‘ok, quindi è qui che è andato a scuola, questo è quello che gli è successo, lo so della sua vita, e so che anche questo è collegato ai suoi genitori, quindi significa che mi ha trattato nel modo in cui è stato trattato, quindi come posso cambiarlo per i miei figli?‘”, si chiede Harry, parlando dei disagi vissuti in prima persona da suo padre.

Quando Harry si è sentito impotente

Tre sono le volte in cui mi sono sentito impotente“, ha rivelato il duca di Sussex nell’intervista. “Uno, quando ero un bambino nel sedile posteriore della macchina con mia madre inseguita dai paparazzi, la seconda quando ero in Afghanistan, su un elicottero Apache e poi la terza con mia moglie“, ha racconta Harry, addentrandosi nelle ragioni del suo dolore. “Fa davvero male, ed è allora che pensi a te stesso, ti dici cose del tipo, ho i previlegi, i titoli, i potere, capacità di influenzare, ma non posso rimediare“. O forse sì?

Parole di Linda Pedraglio