Boris Johnson, il premier britannico, positivo al coronavirus

Dopo il Principe Carlo anche il primo ministro ha contratto la Covid-19, ma le sue condizioni rimangono buone.

10
Notizia super fresca: il Primo Ministro inglese è risultato positivo al Covid-19

Ha cominciato ad accusare sintomi lievi nelle ultime 24 ore il primo ministro britannico Boris Johnson, che si è sottoposto al tampone per il coronavirus su consiglio di Chris Whitty, il coordinatore della sanità in UK.

Così Johnson ha saputo di aver contratto la Covi-19. Ma le sue condizioni di salute rimangono sotto controllo, tanto che il premier sta continuando a lavorare.

Boris Johnson: come si comporta un primo ministro con il coronavirus?

La notizia spaventa un po’ tutti: se il virus è in grado di arrivare anche ai vertici politici, dove le precauzioni dovrebbero essere massime, significa che è davvero tosto.

Ma in fondo questo lo sapevamo: le malattie sono molto democratiche, non conoscono classe, età, genere. Eppure una situazione del genere può servirci da esempio: perché se un personaggio importante come Johnson sta reagendo al contagio in modo proattivo, possiamo tutti ben sperare.

Il primo ministro infatti continua a rassicurare l’intera popolazione twittando da casa.

«Ho sintomi lievi – ha detto nel video pubblicato – la febbre, la tosse continua, così sto lavorando da casa, mi sono autoisolato, come devono fare tutti coloro che hanno sintomi, ma non abbiate dubbio che grazie alla magia della tecnologia rimango al timone della lotta contro il coronavirus».

Autoisolamento, riposo misto a lavoro (per rimanere comunque in attività) e buone speranze.

Un contrappasso degno delle critiche che Johnson ha ricevuto all’inizio del diffondersi della pandemia in UK, quando aveva preso la situazione alla leggera, dicendo che la gente doveva prepararsi a perdere persone care prematuramente. Ora però la musica è cambiata ed è lui stesso a raccomandare alle persone di stare a casa per aiutare il sistema sanitario nazionale e la collettività.

Sembra l’epilogo di una favola che vuole insegnare la morale, e speriamo fortemente che sia un lieto fine, con la guarigione del premier redento.

Ma tranquilli: in caso di peggioramento dei sintomi, la guida del Paese passerà al Ministro degli Esteri Dominic Raab.

LEGGI ANCHE: PRINCIPE CARLO POSITIVO AL CORONAVIRUS

La compagna di Johnson è incinta

Un pensiero doveroso va alla fidanzata del premier, Carrie Symonds, che è incinta e in autoisolamento da più di una settimana per precauzione.

Un’occasione per mandare un augurio e un incoraggiamento a tutte le neomamme e alle donne in gravidanza, che in questo periodo di coronavirus hanno sicuramente più timori di altre. A voi, che siete una delle più grandi speranze per il futuro di tutti, la nostra solidarietà di donne!

Parole di Olivia Calò

Da non perdere
Potrebbe interessarti anche