Non ingrassare a Pasqua: le regole salva-linea

Per mantenere la linea durante le vacanze di Pasqua ci sono poche e semplici regole: evitare il digiuno, concedersi qualche sfizio e, soprattutto, fare tanto movimento! Ecco i nostri consigli su quale dieta seguire nel periodo di Pasqua e come evitare di prendere peso.

ragazza che beve succo di frutta

Foto Pexels | Anete Lusina

Nel periodo delle feste di Pasqua un pensiero che accomuna tantissime persone è come evitare di prendere peso e continuare a mantenersi in forma nonostante i tanti dolci compresi di uova di cioccolata. Secondo i nutrizionisti più esperti, in questa festività si tende ad accumulare da 1 a 3 chili in più. Rimediare non è assolutamente impossibile, ma è importante sapere che non bisogna eccedere con i dolci per tanti altri motivi. È bene quindi fare attenzione e fissare delle regole precise con la propria dieta alimentare a Pasqua. Vediamo quindi insieme i vari consigli per evitare di ingrassare nel periodo di festa.

Come non ingrassare a Pasqua

Sono giorni di festa, quindi la domenica di Pasqua e lunedì, nonostante la dieta dimagrante, potete concedervi qualche sfizio in più solo dopo aver sentito anche il parere del nutrizionista che vi sta seguendo.

Se l’intenzione è quella di fare uno strappo alla regola, cercate di equilibrare i pasti. Quindi va bene il via libera durante il pranzo, mentre a cena il discorso sarà differente. L’importante è seguire il proprio regime alimentare sia nei giorni precedenti alla Pasqua che nei giorni seguenti. In questo modo si bilanceranno le calorie e il corpo avrà il tempo di disintossicarsi dagli eccessi.

Importante è non saltare mai i pasti. Ricordate che non mangiare fa calare il metabolismo, fondamentale per smaltire il cibo “ingurgitato” senza malizia, oltre che fa aumentare il senso di fame e si rischia di sedersi a tavola e mangiare più del dovuto. Inoltre, l’organismo ha bisogno di ricevere i nutrienti giusti per trovare la forza e l’energia di affrontare la giornata.

Uovo di Pasqua e dieta: come smaltire con l’attività fisica

Se saltare i pasti è un grave errore, è invece importante sfruttare questi giorni di vacanza per fare un po’ di movimento. Se ci si vuole concedere qualche vizio, occorre sfruttare il tempo libero in più che si ha a disposizione per camminare. Bastano 30-40 minuti al giorno a passo sostenuto, seguendo le regole stabilite dal nuovo decreto. Passeggiate di buon passo subito dopo aver mangiato. Vietato quindi fare la classica pennichella. Perché? L’attività fisica favorisce la digestione oltre ad aiutare a smaltire le calorie in eccesso.

Le palestre continuano a rimanere chiuse, ma questo non significa che non sia impossibile continuare ad allenarsi. Quindi armatevi di pazienza e costanza per eseguire almeno 3 volte a settimana degli esercizi di workout. Nel periodo post-pasqua, quindi, iniziate con dello step up, i jumping jack e la corsa sul posto. Sono tutti esercizi che potete eseguire tranquillamente senza attrezzi.

Parole di Chiara Ricchiuti