Muore di leucemia a 6 mesi: i genitori non avevano i soldi per curarlo

Juan Sebastiá aveva già fatto due cicli di chemioterapia con scarsi risultati, per questo avrebbe dovuto iniziare un'altra cura molto costosa

Pubblicato da Beatrice Elerdini Giovedì 7 febbraio 2019

Muore di leucemia a 6 mesi: i genitori non avevano i soldi per curarlo
Foto: Pixabay

I genitori di Juan Sebastiá non hanno avuto i soldi per poterlo curare e così il piccolo è morto a soli 6 mesi per una forma di leucemia infantile. Era la mascotte del reparto di ematologia dell’ospedale pediatrico José Manuel de los Ríos di Caracase, il paziente più piccolo, che era già al suo secondo ciclo di chemioterapia. Juan era un vero guerriero, ma la malattia è stata più forte di lui.

Visti gli scarsi risultati ottenuti con la chemioterapia, il piccolo avrebbe dovuto sottoporsi a una cura molto costosa a base di Citabarina, ma i suoi genitori non erano in grado di pagarla. Mamma e papà hanno fatto l’impossibile per racimolare il denaro necessario: hanno avviato raccolte fondi, hanno fatto appelli online, ma niente è stato sufficiente.

A quel punto i medici hanno informato i genitori che l’unica altra via per salvare il piccolo era il trapianto di midollo osseo. Tuttavia trovare un donatore compatibile in poco tempo era davvero un’impresa impossibile.

Juan infatti non ha retto, le sue condizioni si sono aggravate ed è morto. A complicare ulteriormente la situazione sono state le condizioni dell’ospedale, le enormi difficoltà a reperire i farmaci, le attrezzature mediche non funzionanti e l’alimentazione ridotta a riso in bianco. Queste purtroppo le condizioni attuali di alcuni ospedali in Venezuela.

Maria Graciela Lopez, presidente della società venezuelana per le malattie infettive e medico presso la clinica, ha denunciato l’allarmante situazione.

LEGGI ANCHE: Cina: bimba di 4 anni malata di leucemia ‘sposa’ il suo amato papà