Lashana Lynch sarà la prima 007 donna: è ufficiale

C'è grande attesa per l'uscita di "No Time to die", ultimo film della saga di James Bond con Daniel Craig. Ma noi non vediamo l'ora di vedere in azione la nuova 007...

lashana lynch

Foto Getty Images ! Rich Fury

C’è grande attesa per “No Time To Die”, ultimo film della saga 007 con Daniel Craig. La pellicola uscirà al cinema il 2 aprile 2021, con un rinvio di circa un anno rispetto alla prima data prevista, a causa della pandemia. Ma questa volta a raccogliere il testimone di Bond, ormai “in pensione”, e a vestire i panni dell’agente 007 sarà una donna, per di più nera: stiamo parlando della talentuosa attrice britannica Lashana Lynch.

Spazio alle donne

Quando per la prima volta le fu proposto il ruolo di Nomi, agente segreto al fianco di James Bond, Lashana Lynch aveva parecchie riserve: non voleva rivestire i panni dell’ennesima donna, schiacciata da un ingombrante personaggio maschile. Ma il regista Cary Fukunaga e la produttrice Barbara Broccoli volevano un personaggio femminile in netto contrasto con quello di Bond e la sua storia. Questo, insieme alla partecipazione come sceneggiatrice della femminista Phoebe Waller-Bridge, autrice della serie tv britannica “Fleabag”, hanno convinto definitivamente Lashana Lynch ad abbondare le resistenze per dare voce a un inedito e straordinario personaggio femminile.

Un nuovo sguardo

Non volevo perdere un’opportunità quando si è trattato di ciò che potrebbe rappresentare Nomi. Ho cercato almeno un momento nella sceneggiatura – spiega Lashana Lynch in un’intervista ad Harper’s Bazaar in cui gli spettatori di colore avrebbero annuito, esprimendo impazienza nei confronti della realtà ma felici di vedere la loro vita rappresentata. In ogni progetto di cui faccio parte, a prescindere dal budget o dal genere, l’esperienza Nera che sto rappresentando deve essere autentica al 100%“.

View this post on Instagram

In my ballet lessons, all the girls were white and blonde and, with my cainrows and beads with the foil shining at the tip, I stretched my neck to stand as tall as I was taught to at home. The old, white teacher never gave me the attention everyone else received, which I found odd; even at that age. I knew my worth, because it was instilled in me. But this woman was blind to it. Having good posture in ballet class meant erasing my big backside, which is impossible. She never believed I could stand tall, because to her my backside was in the way of becoming great. The teacher gave up on me. And as soon as I felt that, I told my parents I won’t be going back to the place that didn’t like my backside. Around the same time, I’d found myself spending way too much time sitting in my parents friends bathroom. She had all the Black magazines in there with Black women on the cover. Piece by piece, my backside, my height, my skin, my hair, it all began to make sense. After being neglected in one white space, so many pennies dropped in that bathroom, just by seeing someone who looked like me on the cover. And now, I guess all of those pennies match the amount of pixels it took to present this image to you today. Thank you, @bazaaruk, for allowing me to chose my friend, @yrsadaleyward to interview me and write this beautiful article. Two British Jamaicans collaborating on this was the best thing ever! I’m so proud to be on the front cover of Harper’s Bazaar’s Women of the Year December issue, so that a little me can see it in a shop, on a coffee table, or even a bathroom to give them what I needed in that moment years ago. Here's to you, little Queen.

A post shared by Lashana Lynch (@lashanalynch) on

Le polemiche

Per diversi mesi si è vociferato sulla possibile partecipazione di Lashana Lynch al film di Cary Fukunaga, scatenando le polemiche di alcuni spettatori, in disaccordo con la scelta di affidare a una donna nera un ruolo tradizionalmente maschile.

Sono una donna nera – ha commentato Lashana Lynch lo stesso sarebbe accaduto nel caso in cui avessero deciso di affidare la parte a un’altra donna nera. Ci sarebbero stati i medesimi attacchi e abusi, che ho subito io negli ultimi mesi. Devo soltanto ricordare a me stessa – ha concluso l’attrice – che tutto questo sta accadendo davvero e che sarò parte di qualcosa di rivoluzionario“.

“No time do die”: la trama

In “No Time to Die” James Bond è ormai in pensione e si gode il meritato riposo in Giamaica. Quando il suo amico Felix Leiter, interpretato da Jeffrey Wright, gli chiede di rientrare in servizio per recuperare uno scienziato rapito. Bond accetterà una missione che lo porterà a confrontarsi con una delle minacce più pericolose della sua carriera. Ma questa volta entrerà in scena un nuovo agente segreto, Nomi, una donna destinata a raccogliere il testimone di Bond.

Parole di Alanews