Dipendenza da gioco: donne sempre più a rischio

Le donne dipendenti dal gioco in Italia, secondo una ricerca, sono in particolare proprio le più giovani, ovvero quelle tra i 25 e i 45 anni, ben il 40% della popolazione adulta italiana vittima di dipendenza da gioco.

gioco dazzardo donne

Le donne dipendenti dal gioco in Italia, secondo una ricerca presentata dal Codacons, sono in particolare proprio le più giovani, ovvero quelle tra i 25 e i 45 anni, che rappresentano la categoria più interessata al gioco, ben il 40%, contro il 25% dei giovani fino a 21 anni ed il 35% composto dagli uomini tra i 35 e i 50 anni. Il 3% della popolazione adulta italiana, è vittima di dipendenza da gioco e tra questi moltissime sono quindi donne.

La maggioranza dei soggetti a rischio afferma di giocare esclusivamente per guadagnare e solo il 21% per divertimento e le donne mettono in cima alle loro preferenze il poker online nel 42% dei casi, la slot machine nel 46% e altri giochi di vario tipo nel 48% della torta.
 
L’obiettivo dell’indagine è quello di provvedere a sensibilizzare i giocatori con una maggiore conoscenza della realtà del gioco e dei rischi per la salute, che consenta di implementare progetti di prevenzione, informazione e sensibilizzazione per un approccio equilibrato da parte del pubblico al mondo dei giochi.
 
Il progetto affronta per la prima volta in Italia in maniera organica il rapporto tra gioco, giocatori e ludopatia, nell’ottica di un impegno verso il gioco legale e responsabile.

Parole di Ritana Schirinzi