Questi sono i tratti che caratterizzano una persona molto sensibile: scopri se ti appartengono

Sono quattro le caratteristiche principali che distinguono, secondo gli esperti, le HSP, le persone altamente sensibili

ragazza finestra

Foto Pexels | Juan Pablo Serrano Arenas

Ti è mai capitato di commuoverti per una canzone, provare estrema empatia verso un animale o piangere guardando una pubblicità? Bene, se ti è capitata anche solo una di queste cose, potresti essere una persona molto sensibile. O, per meglio dire, una HSP, una persona altamente sensibile.

Elain Aron, esperta con dottorato di ricerca in psicologia clinica approfondita, ha scritto proprio un libro sulle persone HSP, The Highly Sensitive Person, e ha spiegato che circa il 15-20% della popolazione potrebbe essere altamente sensibile.

Spesso si pensa che la “troppa sensibilità” sia un punto di debolezza. Una volta che le persone si rendono conto di essere HSP, arrivano a capirsi ad un livello più profondo. Queste persone, infatti, riusciranno a vedere la loro sensibilità come un punto di forza e quindi si sentiranno più felici e sicure di sé.

Ecco quali sono i tratti principali che caratterizzano una persona altamente sensibile secondo la dottoressa Aron.

Le quattro caratteristiche principali

La dottoressa Aron ha individuato quattro caratteristiche principali dei tratti delle persone sensibili, utilizzando l’acronimo D.O.E.S.

Profondità di elaborazione

La D sta per Depth of processing, la profondità di elaborazione. Le persone altamente sensibili hanno la capacità di pensare profondamente e hanno bisogno di più tempo per riflettere sulle decisioni, anche se tendenzialmente hanno anche un buon intuito.

Sovrastimolazione

La O sta per Overstimulation, la sovrastimolazione. Sei quindi una persona altamente sensibile se sei capace di notare anche i dettagli più piccoli e senti tutte le sensazioni in maniera molto profonda. Potresti quindi anche essere molto sensibile a suoni e musica ad alto volume, luci brillanti, tessuti e vestiti scomodi, folla e disordine.

Gli esperti spiegano che le persone HSP hanno spesso bisogno di avere del tempo per stare da sole in tranquillità. Inoltre, questi soggetti lavorano meglio senza distrazioni esterne.

Empatia e reattività emotiva

La E sta per Empathy/Emotional Reactivity, quindi empatia e capacità reattività emotiva. Sei quindi una persona altamente sensibile se i tuoi neuroni specchio, quelli che ci permettono di riflettere sul linguaggio del corpo, sono più attivi del “normale” e ti portano ad essere più empatico verso persone e animali.

Gli esperti hanno rivelato che spesso le persone HSP sono influenzate dagli stati d’animo degli altri e quindi passano facilmente tra alti e bassi.

Sensibili alle sottigliezze

Infine, la S sta per Sensitive to Subtleties, ovvero sensibili alle sottigliezze. Gli HSP sono capaci di notare dettagli piccoli e spunti non verbali che gli altri difficilmente riescono a cogliere.

Come scoprire se sei una persona altamente sensibile

Per scoprire se sei un HSP puoi anche utilizzare l’autotest sviluppato dalla dottoressa Aron. Se risponderai con “vero” a più di 14 domande, è probabile che tu sia una persona altamente sensibile. Altrimenti, potresti affidarti ad un terapista esperto.

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.