Tendenze borse 2021: i marchi emergenti da tenere d'occhio

Dal secchiello di Sarta alla Gabbi di JW Pei, brand popolarissimo su Instagram, ecco cinque borse di marchi emergenti da tenere d'occhio questo inverno 2021

Borsa nera in pelle a tracolla

Foto Getty Images | Edward Berthelot

Manca sempre meno alla fine del 2020, un anno decisamente fortunato per le borse. Tra i brand di lusso ci sono stati diversi grandi ritorni, come la Jackie di Gucci, lanciata nel 1961 e tornata oggi in una versione inedita e la re-edition di Prada, iconica borsa in nylon uscita nel 2005.

Leggi anche: Borse iconiche di Gucci: la Jackie rivisitata da Alessandro Michele

Ma le it girl non sono impazzite solo per questi grandi ritorni. Infatti, il 2020 è stato sicuramente l’anno dei brand di borse emergenti.

I designer emergenti hanno storie diverse, ma sono accomunati dall’attenzione per l’artigianato, i materiali e l’accessibilità. Inoltre, non immaginate di trovarvi davanti a modelli classici. Le borse proposte dai nuovi brand hanno forme particolari e fuori dagli schermi.

Borse per l’inverno 2021: tutte le tendenze del momento

Brand di borse emergenti inverno 2021: la lista

Da quelle oversize alle microscopiche, dai colori accessi o più classici, ecco cinque borse di cinque brand emergenti da tenere d’occhio.

Pablo basket, SARTA

Sarta è un brand made in italy, con sede a Palermo, nato nel 2017. La filosofia aziendale è quella di reinterpretare la tradizione artigianale del nostro Paese in modo moderno e dettagliato.

La Pablo basket, disponibile online su Yoox, è una borsa a tracolla dal design a secchiello realizzata con la paglia di Vienna e pelle di vitello. Disponibile in diverse varianti di colore, è una borsa perfetta per il periodo primavera-estate, ma dalle più audaci può essere tranquillamente utilizzata anche in inverno. D’altronde, nella moda bisogna anche saper osare.

Gingham Lime Blue Everyday Bag, Coming of Age

COA-NYC, abbreviazione di Coming of Age, è un marchio americano che realizza borse coloratissime e dal design pratico ispirate all’infanzia del designer fondatore del brand, Luri.

La loro everyday bag è una borsa perfetta per tutti i giorni, disponibile nella versione a quadretti, che ricorda le classiche tovaglie da picnic, o monocolore, più classica. Tutte le varianti sono realizzate in ginkam di seta proveniente dal distretto dall’abbigliamento di New York City.

Mishe – Visteria, la borsa del brand americano Vavvoune

Fondato dalla designer Valerie Blaise a Brooklyn, Vavvoune è un marchio di borse in pelle dal design unico.

Tutti i modelli nascono nel loro piccolo studio nel Garment District e sono realizzati lavorando con un team di artigiani e donne. Il modello Mishe ha un forma decisamente particolare, strutturata ed elegante, con hardware personalizzati. Può essere portata a mano o a tracolla, diventando così l’accessorio di punta del vostro outfit.

Gabbi, tra le borse di JW Pei che stanno spopolando su Instagram

Sicuramente vi sarete imbattute almeno una volta, in questi ultimi mesi, nelle borse di JW Pei. Il brand, nato a Los Angeles, nasce dall’idea di accessibilità della moda. Infatti, i prezzi delle loro borse sono piuttosto contenuti e diversi articoli sono spesso in sconto.

Il modello Gabbi è sicuramente uno dei più originali. Questa piccola borsa è perfetta per le amanti delle bag a mano, realizzata in pelle vegana e disponibile in diverse varianti di colore.

Ice bag river, borsa del brand italiano Medea

Questo brand, ideato dalle sorelle Giulia e Camilla Venturini, ha conquistato anche Kendall Jenner. Il marchio, made in Verona, è nato da un’idea semplice. Infatti, i modelli sono tutti ispirati ad un oggetto di uso quotidiano: il sacchetto dello shopping.

La ice bag river è una borsa a mano in pelle disponibile in diversi colori, dall’azzurro carta da zucchero al lilla, fino ai più classici nero e panna.

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.