Tutti pazzi per i BTS e le Blackpink, fenomeni mondiali del K-pop

Il K-pop è tra i generi musicali più apprezzati al mondo, anche grazie a due incredibili gruppi della scena: BTS e Blackpink

BTS Kpop boy band

Foto Getty Images | Kevin Winter

Il Kpop è ormai entrato nella classifiche musicali di tutto il mondo. Se pensate di non conoscerlo, vi dovrete ricredere. Questo perché avrete sentito almeno una volta, negli ultimi mesi, in radio o in televisione, Dynamite, l’ultimo singolo degli esponenti del K-pop per eccellenza: i BTS.

Le origini del Kpop

Le origini di questo genere musicale, che negli ultimi anni ha superato i confini coreani, spopolando in tutto il mondo, risalgono all’ultimo ventennio del 1800.

Dopo essere stata “messa da parte”, la scena musicale coreana è rifiorita negli anni ’20 del Novecento ed è decisamente esplosa negli ultimi anni.

Tra tutte, una boy band e una girl band si sono distinte, conquistando il cuore di milioni di fan: i BTS e le Blackpink.

Il fenomeno BTS

I BTS, conosciuti anche come Bangtan Boys, sono una boy band, composta da 7 ragazzi, nata a Seul nel 2013. Inizialmente il gruppo era legato all’hip hop, ma nel tempo i BTS hanno abbracciato diversi generi, arrivando a diventare gli idoli indiscussi del K-pop nel mondo.

Formati dalla Big Hit Entertainment, i 7 boys di Seul nel 2017 sono riusciti a introdurre il Kpop nel mercato mainstream americano. Da lì, hanno pian piano conquistato l’Europa e anche in Italia sono amatissimi, soprattutto dalle teenager.

Tra l’altro, sono i primi artisti coreani ad aver raggiunto la vetta della Billboard 200 con il loro album Love Yourself: Tear, pubblicato nel 2018. Da quel debutto in una delle chart più importanti del settore musicale, la boy band ha collezionato diversi altri successi. I BTS, infatti, hanno replicato il primo posto in classica con altri quattro dischi.

Quest’anno hanno inoltre raggiunto la vetta della Billboard Hot 100 grazie al loro singolo Dynamite. Se tutto questo non dovesse bastare a incoronarli tra le band più apprezzate degli ultimi anni, i BTS sono anche il primo gruppo K-pop a ricevere una nomination ai Grammy Awards, che si svolgeranno il prossimo 31 gennaio, nella categoria Best Pop Duo/Group Performance, sempre per Dynamite.

Nel loro Paese, i BTS sono gli artisti più venduti, con oltre 20 milioni e 300mila dischi fisici dal debutto alla fine di marzo 2020. Inoltre, il loro album Map of the Soul: 7 è il disco più venduto della storia della musica sudcoreana.

Getty Images | Eugene Gologursky

La legge “Salva BTS”

Di recente, tra le altre cose, è stata varata la legge Salva BTS”. In Corea del Sud, infatti, il servizio militare è obbligatorio per tutti gli uomini. Grazie a questa legge, creata ad hoc per loro, i ragazzi della band potranno aspettare di arrivare ai 30 anni, invece che ai 28 previsti, per sottoporsi alla leva obbligatoria.

La norma, approvata dall’Assemblea nazionale sudcoreana, permetterà a tutti gli artisti pop di grande successo di poter rimandare il servizio militare.

Blackpink, girl band da record

Spostandoci sull’altra “faccia della medaglia”, quella femminile, il K-pop non sarebbe lo stesso senza le Blackpink, gruppo formatosi sempre a Seul nel 2016 e composto da quattro donne.

La girl brand, nata sotto la direzione della YG Entertainment, ha collezionato una serie di importanti successi. Le Blackpink sono infatti il primo gruppo coreano femminile ad aver raggiunto la posizione più alta nella Billboard Hot 100, aggiudicandosi la 13esima posizione con il singolo Ice Cream, pubblicato nel 2020. Un ottimo piazzamento è stato raggiunto dalla band tutta al femminile anche nella Billboard 200. Qui infatti le quattro ragazze di Seul si sono classificate seconde con il loro The Album.

Sempre parlando di grandi successi, le Blackpink sono il primo gruppo musicale e coreano ad avere tre video su YouTube con almeno un miliardo di views. Un risultato davvero niente male.

Di recente le Blackpink hanno collaborato con Lady Gaga per la realizzazione di un singolo, contenuto nel suo ultimo album Chromatica, di grande successo: Sour Candy.

I BTS e le Blackpink sono solo due dei gruppi della scena K-pop. Tra gli altri, apprezzatissimi anche oltre i confini coreani, troviamo: Monsta X, Seventeen e Shinee.

Il fenomeno musicale K-pop, dalle origini antiche e consolidate, non solo si è evoluto nel tempo, ma ha dato anche possibilità al pop di rinnovarsi, introducendo nuove sonorità e riportando sotto i riflettori le tanto amate girl e boy band degli anni ’90.

Parole di Benedetta Minoliti