Bologna, 17enne incinta intossicata dal monossido di carbonio: salvata dal marito

La donna è stata trasportata d'urgenza al Pronto Soccorso dell'ospedale Maggiore. Ora è fuori pericolo

Pubblicato da Beatrice Elerdini Mercoledì 27 febbraio 2019

Bologna, 17enne incinta intossicata dal monossido di carbonio: salvata dal marito
E' rimasta intossicata dal monossido di carbonio una 17enne marocchina incinta. A salvarla è stato il marito, che una volta rientrato in casa, ha trovato la compagna riversa a terra in stato confusionale. La vicenda è accaduta lo scorso martedì sera, ad Alto Reno Terme, in provincia di Bologna. L'uomo, 33 anni, non appena ha visto la moglie in quello stato, ha subito chiamato il 118 per chiedere aiuto, sottolineando che la donna è incinta. Immediato l'intervento dei sanitari, che hanno trasportato la 17enne al Pronto Soccorso dell'ospedale Maggiore. Secondo le prime ricostruzioni dell'accaduto, la giovane sarebbe rimasta intossicata dai gas tossici diffusi nell'aria da una caldaia installata all'interno dell’abitazione. La mattina del'incidente era stato eseguito un aggiornamento tecnico dell'apparecchio da parte di un’azienda specializzata in assistenza, vendita e manutenzione di caldaie e bruciatori. Sul posto sono immediatamente intervenuti anche i Carabinieri, che hanno messo sotto sequestro la caldaia. Fortunatamente si è scongiurato il peggio. LEGGI ANCHE: Bimba di 10 anni muore intossicata dal monossido di carbonio nella sua cameretta