Adescava i bambini nelle chat dei videogiochi: 28enne arrestato

L'uomo dovrà ora rispondere delle gravi accuse di detenzione di materiale pedopornografico, pornografia minorile e adescamento di minorenni

Pubblicato da Beatrice Elerdini Giovedì 10 gennaio 2019

Adescava i bambini nelle chat dei videogiochi: 28enne arrestato
Foto: Pixabay

A Cagliari un 28enne è finito in manette per detenzione di materiale pedopornografico, pornografia minorile e adescamento di minorenni. L’uomo utilizzava le chat presenti nelle piattaforme delle consolle di videogiochi, per adescare minori. In un caso è entrato in contatto con due bambini di appena dieci anni: dopo aver conquistato la loro fiducia, ha chiesto l’invio di foto di nudo in cui si vedessero le parti intime. Fortunatamente è stato scoperto.

E’ il primo caso di uomo arrestato in Itali per adescamento e scambio di materiale pedopornografico tramite la chat dei videogiochi.

Le indagini condotte dal Compartimento della Polizia Postale di Cagliari, coordinato dal dirigente Francesco Greco, sono iniziate due mesi fa, a seguito delle denunce sporte delle mamme dei due bambini coinvolti nel raggiro. Le due donne si erano accorte che un uomo chiedeva ai loro figli l’invio di foto tramite la consolle dei videogame.

LEGGI ANCHE: Forlì, 35enne arrestato per violenza sessuale: adescava ragazzini sui social