Addio a Ennio Morricone, il compositore Premio Oscar

Questa mattina, il grande maestro Ennio Morricone si è spento: aveva 91 anni, ed è morto a causa di alcune complicazioni intervenute a seguito di una caduta.

Ennio Morricone

Foto Getty Images | Gareth Cattermole

Il maestro Ennio Morricone è morto questa mattina all’alba, il 6 luglio 2020, all’età di 91 anni. Il grande compositore delle più belle colonne sonore del cinema italiano si è spento a causa delle complicanze di una caduta avvenuta qualche giorno fa, per la quale si era rotto il femore. Era ricoverato al Campus biomedico di Roma, ed è stato circondato dall’affetto dei suoi familiari per tutto il tempo.

Continua a leggere

Leggi anche: 30 film da vedere almeno una volta nella vita

Continua a leggere

È morto Ennio Morricone

A dare l’annuncio della scomparsa del compositore è stato il suo grande amico e legale Giorgio Assumma, con una nota in cui spiega che Morricone si è spento “all’alba del 6 luglio in Roma, con il conforto della fede. Ha conservato sino all’ultimo piena lucidità e grande dignità. Ha salutato l’amata moglie Maria che lo ha accompagnato con dedizione in ogni istante della sua vita umana e professionale e gli è stata accanto fino all’estremo respiro.

Continua a leggere

Ha ringraziato i figli e i nipoti per l’amore e la cura che gli hanno donato. Ha dedicato un commosso ricordo al suo pubblico dal cui affettuoso sostegno ha sempre tratto la forza della propria creatività”. La famiglia di Ennio ha fatto sapere inoltre che i funerali si terranno in forma privata “nel rispetto del sentimento di umiltà che ha sempre ispirato gli atti della sua esistenza”.

Morricone, una carriera brillante

Classe 1929, Ennio Morricone ha sempre eccelso nelle sue due grandi passioni: il calcio e la musica. Da giovane è stato una promessa della Roma, ma si è ben presto dedicato anima e corpo allo studio della tromba, diplomandosi al Conservatorio di Santa Cecilia. Nel giro di pochi anni, divenne uno dei compositori più famosi al mondo: fu lui a scrivere le colonne sonore di oltre 500 tra film e serie tv.

Continua a leggere

Continua a leggere

Non perdere la lista dei film drammatici da vedere assolutamente

Fondamentale, per la sua carriera, fu la collaborazione con il regista Sergio Leone. Conosciutisi sui banchi di scuola, rimasero amici per tutta la vita e lavorarono insieme in quello che oggi è conosciuto come il filone spaghetti-western, al quale Ennio Morricone ha dedicato alcuni tra i suoi capolavori musicali. Alla fine degli anni ’90, inoltre, il grande maestro venne chiamato a dirigere l’Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano, il primo di una lunga serie di impegni come direttore d’orchestra.

Ennio Morricone, un artista pluripremiato

Sono molti i riconoscimenti che costellano la carriera di Morricone. Il più prestigioso è senza dubbio il Premio Oscar alla carriera, tributatogli in un oceano di applausi il 25 febbraio 2007, dopo ben cinque candidature alle quali non fece mai seguito la vittoria. Il premio gli venne consegnato da Clint Eastwood, l’attore che ha interpretato moltissimi film western di Sergio Leone.

Continua a leggere

Continua a leggere

Ma il premio più grande è stato l’affetto della sua famiglia: Ennio Morricone si è sposato nel 1956 con Maria Travia, un matrimonio longevo e ricco d’amore. Dalla loro unione sono nati quattro figli, i quali hanno regalato splendidi nipoti al grande maestro delle colonne sonore italiane. E tutti loro si sono stretti al capezzale del compositore, nei suoi ultimi giorni.

Parole di Giulia Sbaffi

Da non perdere