L'amore? Una malattia cronica

Tutta Colpa di Freud” è il nuovo film di Paolo Genovese uscito nelle sale cinematografiche italiane, lo scorso 23 gennaio. Il protagonista della pellicola è Marco Giallini, che interpreta uno psicoanalista di 50 anni che si trova a dover affrontare problemi familiari e professionali di vario genere. Una commedia romantica e brillante – che affronta temi importanti come quello dell’omosessulità – vista con gli occhi di Francesco, psicoanalista separato con tre figlie: una innamorata di un ladro di libri sordomuto, una lesbica che decide di diventare eterosessuale ed una appena maggiorenne che si innamora di un uomo di mezza età. La malattia più diffusa al mondo? Come afferma Giallini stesso, è, ovviamente, l’amore: non è mortale, può diventare cronico, ma spesso passa… proprio come un’influenza!