10 rimedi per combattere la solitudine

10 rimedi per combattere la solitudine

Senso di abbandono, ansia, tristezza, problemi psico-fisici: sono solo alcune degli effetti della solitudine. Ecco dieci consigli per combatterla in maniera efficace e ricominciare a vivere.

10 rimedi per combattere la solitudine
Rimedi solitudine
Foto Shutterstock | fizkes

La solitudine è uno stato d’animo che affligge un numero sempre crescente di persone, soprattutto in questo periodo. Tuttavia, sentirsi soli non vuol dire necessariamente essere soli: esistono tanti piccoli rimedi per la solitudine che si possono mettere in atto essere più vicini alle altre persone, così come per essere più sereni in compagnia di se stessi.

In un’epoca di iperconnessione sembra quasi un paradosso soffrire di solitudine, eppure spesso nella quotidianità vengono meno proprie le reali occasioni di incontro, di scambio o di condivisione. Ecco allora 10 rimedi efficaci per stare meglio.

1. Rimedi per la solitudine: non stare ferme!

Rimedi solitudine
Foto Shutterstock | Halfpoint

Avere un’occupazione gratificante, che scandisce le giornate e tiene occupata la mente, aiuta a sentirsi meno soli. Essere proficui e proiettati al miglioramento, inoltre, permette di essere orgogliosi e soddisfatti di se stessi.

Frequentare un corso per incrementare le proprie competenze, porsi nuovi obiettivi da raggiungere al lavoro o riprendere in mano un progetto che era stato accantonato da po’, come per esempio il decoupage, sono solo alcune delle attività che infondono energia quando ci si sente sottotono.

2. Coltivare un hobby, una soluzione creativa

Rimedi solitudine
Foto Shutterstock | Rock and Wasp

Divertirsi e coltivare le proprie passioni è un vero toccasana per il benessere e per la positività. Coltivare un hobby o fare qualcosa di divertente, infatti, permette di interrompere il circolo vizioso che spesso si innesca con i pensieri negativi.

Sperimentare nuove ricette, fare giardinaggio, andare al cinema o leggere un bel libro, ad esempio, sono piccoli momenti di evasione dalla propria routine.

3. Praticare un’attività sportiva

Rimedi solitudine
Foto Shutterstock | Minerva Studio

Fare sport aiuta a mantenersi in forma, ma al tempo stesso allevia tensioni e stress. Per chi soffre di solitudine, inoltre, può essere utile iscriversi ad un’attività di gruppo così da conoscere gente nuova ed ampliare la propria cerchia di amicizie.

Via libera a zumba, pilates, acquagym e a tutti gli sport che si possono fare a ritmo di musica, fonte inesauribile di buonumore.

4. Rimedi per la solitudine divertenti: iscriversi ad un nuovo corso

Rimedi solitudine
Foto Shutterstock | Master1305

Che si tratti di ballo, inglese, pittura, canto o quant’altro, le parole d’ordine sono: sperimentare e divertirsi. Iscriversi ad un nuovo corso, infatti, offre la giusta motivazione per cercare nuove amicizie, mettersi in gioco e non sentirsi soli.

Quasi ovunque vengono organizzati corsi di tutti i tipi, senza contare la molteplicità di lezioni interattive disponibili anche online. Cucina, bridge, botanica, creatività manuale… le possibilità sono davvero tantissime!

5. Meditare

Meditazione, yoga
Foto Shutterstock | fizkes

La meditazione aiuta a rilassare corpo e mente, a concentrarsi sul presente e a dare la giusta importanza alle situazioni contingenti. Praticare con costanza e continuativamente una pratica di questo tipo, inoltre, allevia ansia e tensioni, normalizzando anche la respirazione. Si tratta di uno dei migliori rimedi per la solitudine che però è ancora poco diffuso nel nostro Paese.

La forma di meditazione più conosciuta è lo Yoga: disciplina orientale che apporta una molteplicità di benefici a corpo e spirito. Come? Rendendo il corpo più flessibile e il sonno più regolare, agendo positivamente sulla felicità e sul senso di relax.

6. Rimedi per la solitudine: riconoscere l’affetto che si riceve

Abbraccio
Foto Shutterstock | Martin Novak

Molte persone tendono a sentirsi sole perché non riescono a riconoscere le manifestazioni d’affetto che ricevono. Tuttavia, ogni persona esprime i propri sentimenti in modo assolutamente personale: prendere consapevolezza di questo, dunque, può aiutare a sentirsi più vicini ai propri cari.

Può capitare, infatti, che siano le insicurezze individuali a determinare il senso di solitudine. Delusioni passate o ferite non ancora rimarginate, infatti, possono incidere negativamente sulla propria percezione del presente. Riflettere su questo, quindi, può offrire una panoramica più ampia su ciò che si prova.

Leggi anche: Intelligenza emotiva per un rapporto di coppia duraturo

7. Scrivere un diario, un rimedio creativo da svolgere nel tempo

Rimedi solitudine
Foto Shutterstock | Olena Yakobchuk

Mettere per iscritto i propri pensieri aiuta a rielaborare il senso di solitudine. Un esercizio particolarmente utile, ad esempio, può essere quello di segnare quotidianamente tre cose per le quali si è particolarmente grati.

Tenere traccia della gratitudine, infatti, permette di focalizzarsi sugli aspetti positivi della vita e delle relazioni, allontanando il senso di isolamento.

È importante scrivere le proprie esperienze e le proprie emozioni quotidiane, le cose belle che sono accadute durante il giorno o gli eventi inaspettati. Come? Magari creando un’agenda fai da te, assolutamente unica e personale.


8. Telefonare ad una persona cara

Videochiamata
Foto Shutterstock | Jacob Lund

Parlare con un amico, telefonare a qualcuno che non si sente da un po’ di tempo sono accorgimenti semplici e concreti per spezzare il circolo vizioso della solitudine.
Una vecchia conoscenza, un parente lontano… sono davvero tante le persone che possono essere felici di fare due chiacchiere inaspettate.

Oggi le opzioni per chiamare o videochiamare qualcuno sono tantissime. Eccone alcune: WhatsApp, Skype, Messanger, FaceTime e le app di Google (Duo, Hangouts Chat e Hangouts Meet).

9. Fare del volontariato

Rimedi solitudine
Foto Shutterstock | Rawpixel.com

Le associazioni di volontariato sono davvero tantissime: c’è chi si dedica all’ambiente, chi alla tutela degli animali, chi si batte per cause locali e chi si prodiga all’estero.

Sentirsi utili è uno dei più importanti rimedi per la solitudine, rompere il muro dell’isolamento è un modo per fare del bene a se stessi e agli altri.

Fare del volontariato, inoltre, è un vero toccasana per corpo e spirito: secondo una recente ricerca inglese, infatti, migliora il benessere psicofisico e la salute mentale, rafforza il sistema immunitario e ha effetti benefici sul cuore e sulla pressione.

10. Prendersi cura di un animale, un toccasana per la solitudine

Prendere un animale domestico
Foto Shutterstock | Pixel-Shot

Gli animali sono i migliori amici dell’uomo per eccellenza. Adottare un cane, prendere un gatto o dedicarsi alla cura di pesci, criceti, uccellini o altri pet facilita (anche) la socializzazione, offre spunti di conversazione e incrementa le relazioni con persone estranee.

Inoltre, fare le coccole agli animali domestici aiuta a ridurre lo stress, solleva l’umore e allevia le tensioni.

Tuttavia gli animali non sono dei giocattoli e hanno delle esigenze specifiche. Proprio per questo necessitano di amore, cure e rispetto. Prendere un pet, quindi, è di fatto un impegno e implica a monte una scelta ponderata e responsabile.

Analogamente, decidere di adottare un cane o un gatto non deve essere un capriccio o una compensazione. Ma una decisione importante, che per molti aspetti può cambiare la vita. Un animale che in passato ha sofferto, infatti, inizialmente può essere più diffidente e difficile da gestire. Tuttavia, quando impara a fidarsi del proprio padrone, lo ricompensa con il proprio amore incondizionato.

Parole di Elisabetta Parise

Sono laureata in lettere e specializzata in Social Media Communication, grande appassionata di grammatica e letteratura italiana. Divoro libri e serie Tv e in qualità di Web Content Editor scrivo di salute, benessere e attualità.

© 2005-2022 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Pourfemme è supplemento a DesignMag, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Roma n° 63 del 4 maggio 2022.