Polenta di storo

3383788496_1ed642df78_z

  • facile
  • 50 minuti
  • 6 Persone
  • n.d.

3383788496_1ed642df78_z

La ricetta di oggi vi mostra come cucinare la polenta di storo. Essa è fatta con una farina gialla di mais tipica del Trentino e viene detta così dal nome del comune italiano in provincia di Trento. In realtà si tratta di un tipo di farina facilmente riconoscibile poiché i chicchi di mais hanno una colorazione tendente al rosso e si presentano facilmente digeribili, la cui farina ci permette di realizzare vari tipi di polenta. Alcuni tipi di polenta da realizzare con la farina di storo sono la macafana e la concia. Una delle ricette tipiche del trentino, che vi spiegheremo con questa ricetta, fatta con la farina di storo è la polenta carbonera fatta con aggiunta di pasta di salame, diversi formaggi stagionati e burro.

Ingredienti

  • Acqua
  • Burro 200 gr
  • Farina di storo 1kg
  • Sale grosso 2 cucchiai
  • Valchiese stagionato 250 gr
  • Valchiese tenero 250 gr
  • Grana trentino 100 gr
  • Salame fresco 500 gr
  • Vino rosso 1 bicchiere
  • Cipolla 1
  • Pepe q.b.

Preparazione

  1. Mettete a bollire l’acqua con il sale grosso; quando viene raggiunto il punto di ebollizione versate a pioggia la farina di storo e mescolate rapidamente e vigorosamente per evitare la formazione di grumi. Quando viene raggiunto nuovamente il bollore con il mestolo girate in senso orario con una spatola in legno per circa 30-40 minuti. Intanto in un tegame mettete a rosolare la cipolla e unite poi il salame a tocchetti; sfumate il tutto con un bicchiere di vino rosso.

  2. Mentre cuoce il salame con la cipolla e mentre la polenta sta ultimando la sua cottura, dedicatevi al taglio a tocchetti dei due tipi di formaggi valchiese, fresco e stagionato, e grattugiate il grana trentino. A cottura quasi ultimata della polenta aggiungete il burro, il salame e i formaggi e mescolate fino a che tutto non diventi omogeneo e filante. Servite su un tagliere di legno. Foto di Jessica and Lon Binder

Consigli

Potete arricchire questa ricetta aggiungendo ad esempio dei funghi freschi, delle noci oppure una salsiccia trentina tipica. Servite con del vino rosso e del pane abbrustolito.

Parole di Carmela Giglio

Carmela Giglio è stata una collaboratrice di Pourfemme dal 2013 al 2017, occupandosi principalmente di cucina e ricette.