Thailandia: fa un massaggio per una contrattura, muore dopo 10 minuti

Il decesso del cliente sarebbe dovuto a un'embolia polmonare, forse indotta proprio dal massaggio. Al momento, gli inquirenti non sono in grado di escludere questa ipotesi, che accende i riflettori sui rischi della procedura in alcuni specifici casi.

Pubblicato da Giovanna Tedde Mercoledì 7 novembre 2018

Thailandia: fa un massaggio per una contrattura, muore dopo 10 minuti
Foto: Pixabay

Tragedia dai contorni ancora incerti in Thailandia, dove un uomo è morto appena 10 minuti dopo l’inizio di una seduta di massaggi per una contrattura. Il caso si è verificato a Pattaya, meta rinomata per il relax e la cura del corpo. Qualcosa di inaspettato è accaduto nel corso della prestazione, e la vicenda ha fatto il giro del mondo.

Fa un massaggio, muore poco dopo

Il protagonista della vicenda stava passeggiando con alcuni amici per le strade di Pattaya, Thailandia, quando si è imbattuto in un centro massaggi e avrebbe deciso di farne uno per alleviare il dolore alla gamba, dovuto a una contrattura.

Secondo la stampa locale, nel corso della seduta, circa 10 minuti dopo l’inizio del massaggio, l’uomo sarebbe morto per un arresto respiratorio. Una situazione drammatica in cui non è servito lo sforzo dei soccorritori per rianimare la vittima.

Pochi giorni prima, l’uomo si era fatto male a una caviglia durante una partita di calcio, per questo soffriva di forti dolori.

Al momento sono in corso le indagini per appurare l’esatta causa del decesso, che potrebbe essere stato provocato da un’embolia polmonare dovuta all’ostruzione di un’arteria. Non si esclude che questa condizione sia stata favorita proprio dal massaggio (la cui pratica sarebbe fortemente sconsigliata su clienti con problemi di salute come diabete, fratture, febbre e ipertensione).

LEGGI ANCHE: Fish spa in Thailandia: donna perde 5 dita