Primo arbitro donna in Champions: è Stephanie Frappart

La 37 enne francese sarà la prima donna a ricoprire il ruolo di direttrice di gara in una Champions League maschile: quella in programma per il 2 dicembre all’Allianz Stadium di Torino tra Juventus e Dinamo Kiev

stephanie frappart

Getty Images | Richard Heathcote

Dovremo ricordare bene il suo nome: Stephanie Frappart, perché questa 37enne è la prima donna a ricoprire il ruolo di direttrice di gara in una Champions League maschile. Classe 1983, Frappart è nata ad Herblay, in Francia.

Alla prima donna arbitro nella storia della Coppa più prestigiosa del mondo del pallone è stata assegnata un match che si disputerà proprio nel nostro Paese. Mercoledì 2 dicembre, all’Allianz Stadium di Torino, Stephanie Frappart arbitrerà infatti Juventus-Dinamo Kiev, la partita della quinta giornata del girone G della fase a gironi. 

«È uno dei direttori di gara più validi d’Europa e del mondo» ha dichiarato Roberto Rosetti, presidente della commissione arbitri della Uefa. 

L’arbitro dei record è una donna

La Frappart comunque non è nuova a questo tipo di primato: è già stata la prima donna ad arbitrare in campionato francese (la prima volta nel 2014, quando è diventata il primo arbitro donna a dirigere una gara di Ligue 2, la serie B francese), è stata arbitro per le Olimpiadi nel 2016, ha diretto la finale di Supercoppa europea nel 2019 e lo scorso ottobre ha esordito in Europa League.

L’unico traguardo che ancora le manca: i Mondiali, chissà, forse arriveranno presto (almeno quelli maschili, dato che nel 2018 ha già diretto la finale del Mondiale femminile Under-20 tra Spagna e Giappone).

Anche in Italia una donna di successo: è Sara Gama

Anche il nostro Paese sta celebrando il successo di una donna nel mondo del calcio: in questo caso, è Sara Gama diventata la prima donna vicepresidente dell’Associazione Italiana Calciatori.

Già capitana della Juventus e dell’Italia femminile, la 31enne ieri ha ricevuto il mandato dell’assemblea generale, diventando di fatto la prima donna a diventare braccio destro del presidente l’Assocalciatori. Ad affiancarla, in qualità di vicepresidente vicario, ci sarà anche l’ex giocatore di Cagliari e Sassuolo, Davide Biondini.

Sui social sono fioccati i complimenti per la difensore della squadra bianconera: la ministra per le Pari opportunità Elena Bonetti le ha fatto i propri “auguri di buon lavoro“, congratulandosi per “un’altra strada che si apre per le donne e libera energie e opportunità“. 

Oggi è una giornata molto importante per il mondo dello sport. Sara Gama è la prima prima donna vicepresidente dell’Aic. A lei, al nuovo Presidente Calcagno e al Vice Biondini i miei migliori auguri di buon lavoro!“, sono invece state le parole, anche queste su Twitter, del ministro dello Sport Vincenzo Spadafora.

Parole di Elena Pavin

Mi chiamo Elena Pavin, classe 1994, ho conseguito il diploma artistico solo prima di scoprire di non voler fare l’architetto né la designer. Così ho cambiato radicalmente i miei piani: all’Università di Milano-Bicocca ho studiato giapponese e mi sono laureata in Comunicazione interculturale, ho terminato i miei studi diplomandomi alla Scuola di Giornalismo. Amante dell’arte, incuriosita dalle tendenze, fanatica dell’enogastronomia (tanto da decidere di diventare sommelier). Nel 2020 ho iniziato a collaborare con Alanews e Deva Connection