Roma, in ufficio con cani e gatti: proposta di Fratelli d’Italia

La proposta di delibera consiliare è sul tavolo della commissione Ambiente, ma ci sarebbero tutti i presupposti perché venga accolta. Massima attenzione alle norme igienico-sanitarie, cui sarà vincolato il regolamento.

Pubblicato da Giovanna Tedde Giovedì 4 ottobre 2018

Roma, in ufficio con cani e gatti: proposta di Fratelli d’Italia
Foto: Pixabay

In ufficio con animali domestici al seguito: secondo una proposta di delibera di Fratelli d’Italia, cani e gatti potrebbero giovare al lavoro dei dipendenti di Roma Capitale. Una novità ancora lontana dal tradursi in realtà, ma su cui il gruppo consiliare di FdI è fermo. Il testo è ora al vaglio in commissione Ambiente.

Animali negli uffici a Roma

Andrea De Priamo, capogruppo di FdI, spiega il motivo della proposta di delibera consiliare: “Per noi è positivo che sia stato preso l’impegno a inserire norme regolamentari che prevedano, solo in presenza di adeguate condizioni igienico sanitarie e previo il consenso dei dipendenti capitolini, l’accesso degli animali di affezione di piccola taglia negli uffici“.

Sembra che il passo verso l’approvazione sia molto breve e pressoché scontato: “La proposta, al momento, viene accantonata in attesa dell’elaborazione di un emendamento ma è sposata in pieno dalla maggioranza“. Lo ha precisato il presidente della commissione Ambiente, Daniele Diaco.

Occorrerò un regolamento ad hoc per incastrare la proposta nello scheletro di precise norme igienico-sanitarie. Un lavoro che spetterà ai dipartimenti di Tutela ambientale e Gestione del personale. I piccoli amici a quattro zampe sono sempre più vicini a varcare il Campidoglio.