Pesce d'aprile: gli scherzi più famosi passati alla storia

Oggi è la giornata dedicata agli scherzi: mentre aspettiamo quelli che ci capiteranno oggi, ecco quelli più famosi e divertenti

pesce d'aprile

Foto Pexels | Nappy

1° d’aprile uguale pesce d’aprile! In particolare in Europa, questa giornata è dedicata a battute e soprattutto a scherzi divertenti. 

Questa tradizione affonda le sue radici nella fine del XVI secolo, poco dopo l’introduzione del calendario gregoriano. Si tratterebbe di una duplice festa: inizialmente era la celebrazione della primavera legata all’equinozio (prima era il 25 marzo), perciò un momento di libertà e svago dopo il lungo inverno. Il 1° aprile potrebbe poi anche essere la giornata in cui venivano presi in giro coloro che ancora non si erano abituati al passaggio dal calendario giuliano a quello gregoriano (una differenza di una decina di giorni), sbagliando quindi la data dell’equinozio di primavera: ecco dunque spiegato perché questa giornata è dedicata agli sciocchi (in inglese, April’s fools).

Resta da spiegare perché l’associazione col pesce ed è molto semplice: perché è un animale che abbocca all’amo con estrema facilità

Per raccogliere la vasta eredità che ci ha lasciato il pesce d’aprile, è stato addirittura istituito un museo: si tratta del Hoax Museum (Museo delle bufale).

Pesce d’aprile: gli scherzi più famosi

Radio, giornali e televisioni nel corso degli anni si sono ingegnati per mettere a punto degli scherzi assolutamente riusciti, facendo abboccare migliaia se non milioni di telespettatori. Ecco i pesci d’aprile più famosi e divertenti!

La piantagione di… spaghetti!

1° aprile 1957: la BBC annuncia in Svizzera la nascita di una coltivazione di spaghetti con tanto di video documentario. Merito un mondo più ingenuo e sicuramente meno connesso, lo scherzo fu riuscitissimo e i telespettatori chiamarono l’emittente sconcertati per saperne di più.

Il pc olfattivo

1° aprile 2013: Ah se solo si potessero sentire i profumi tramite computer! Una nuova frontiera dell’esperienza sensoriale virtuale è stata proposta da Google, purtroppo solo per scherzo. 8 anni fa annunciava Google Nose, con tanto di interviste e video promozionali: hanno abboccato in parecchi!

I pinguini volanti

1° aprile 2008: la BBC è l’ambasciatrice dell’umorismo inglese. Il pesce d’aprile di qualche anno fa ha visto la messa in onda di un documentario sulla scoperta di una razza di pinguini in grado di volare. I volatili avrebbero percorso un lungo viaggio dalle Isole Falkland fino all’Amazzonia.

L’arcipelago di San Serriffe

1° aprile 1977: ben sette pagine dedicate a uno straordinario arcipelago a forma di punto e virgola, il San Seriffe. Ecco lo scherzo del Guardian, che fece abboccare all’amo i suoi lettori citando il carattere tipografico Sans Serif.

La morte del mostro di Loch Ness

1° aprile del 1972: se già quella del mostro di Loch Ness è una delle più grandi bufale della storia, figuriamoci la sua morte! Eppure, un ranger locale ha fatto uno scherzo ai suoi colleghi gettano nel lago la carcassa di un elefante marino del vicino zoo, facendo credere a tutti si trattasse del corpo senza vita di Nessie. Il risultato è che tutti i giornali hanno riportato la notizia, dando vita al pesce d’aprile perfetto.

Parole di Carlotta Tosoni