Melbourne: gemelline siamesi separate grazie a un intervento di sei ore

Separati fegato, muscoli e pelle: le piccole, originarie del Bhutan, erano congiunte a livello del torso. L'operazione sembra aver avuto un ottimo risultato. Resteranno in Australia per monitorare il decorso nei prossimi tre mesi.

gemelline siamesi

Foto: Ansa

Intervento di sei ore all’ospedale pediatrico di Melbourne (Australia) per la separazione di due gemelline siamesi. Le piccole, 15 mesi, erano congiunte al torso e sono state sottoposte alla delicata operazione, conclusa con successo. Originarie del Bhutan, regione asiatica sull’Himalaya orientale, Nima e Dawa Zagmo affronteranno altri tre mesi sotto il monitoraggio medico.

Gemelline siamesi operate in Australia

L’intervento per separare le gemelline siamesi Nima e Dawa Zagmo era programmato per ottobre, ma è stato rinviato a novembre per via delle condizioni delle bimbe, 15 mesi.

Necessitavano di un maggiore apporto nutritivo per affrontare la delicata operazione, attraverso cui i chirurgi dell’ospedale pediatrico di Melbourne le hanno separate.

La procedura è durata circa sei ore, che hanno visto un’equipe di 18 specialisti al lavoro sotto la guida del capo chirurgo Joe Crameri.

L’obiettivo, perfettamente raggiunto, era quello di separare fegato, muscoli e pelle delle gemelle, per poi proseguire con la ricostruzione delle pareti addominali.

Per le bambine, dopo la sala operatoria è previsto un monitoraggio di circa tre mesi nella stessa struttura sanitaria, utile a verificare lo stato delle parti del corpo che non si erano pienamente sviluppate.

Grande soddisfazione dei medici, che hanno raggiunto lo scopo con buone probabilità di restituire alle bimbe una vita normale e quanto più possibile autosufficiente.

LEGGI ANCHE: Gemelle siamesi operate a Bergamo: la storia di Evelina ed Elisabetta 

Parole di Giovanna Tedde

Giornalista pubblicista, mi occupo da anni di contenuti web in salsa multicolor: dalla cronaca nera a quella rosa, passando per approfondimenti sull'attualità e una sana dose di buona cucina…