Matthew McConaughey potrebbe candidarsi come governatore del Texas

L'attore non sarebbe il primo a lasciare o mettere in pausa la propria carriera nel cinema per buttarsi in politica

Matthew McConaughey vorrebbe candidarsi a governatore del Texas

Foto Getty Images | Donald Miralle

Ronald Reagan, Arnold Schwarzenegger e ora Matthew McConaughey:  sono tante le star del cinema americane che si sono fatte tentare dalla politica, con discreto successo. L’ultimo in ordine di tempo potrebbe essere l’attore protagonista della serie True Detective e dei film come Interstellar e Dallas Buyers Club.

lo scorso autunno McConaughey ha pubblicato un libro di memorie intitolato Greenlights (in Italia uscirò a maggio). Durante il tour promozionale ha partecipato al Late Show di Stephen Colbert dove gli era stato chiesto se avesse mai pensato di candidarsi per come governatore del “suo” Texas in vista delle prossime elezioni che si terranno novembre 2022. All’epoca aveva detto di non essere interessato a una eventuale carriera governativa, soprattutto visto che, secondo lui, al momento la politica era un “affare fallito“, non chiudendo però tutte le porte.

McConaughey potrebbe candidarsi alle elezioni del 2022

Complice forse la fine dell’era Trump e l’elezione di Joe Biden come presidente degli Stati Uniti, l’attore avrebbe cambiato idea e ritrovato l’entusiasmo: in un altro intervento più recente, questa volta durante il podcast il podcast The Balanced Voice, avrebbe invece dichiarato ti star prendendo in seria considerazione un eventuale candidatura. McConaughey sfiderebbe il repubblicano Greg Abbott, attualmente al suo secondo mandato ma pronto a concorrere per un terzo (in Texas non ci sono limiti).

Mentre decide se buttarsi in questa nuova avventura, possiamo vedere Matthew nell’ultimo film in cui ha recitato, The Gentlemen di Guy Ritchie, uscito nel 2020.

Parole di Carlotta Tosoni