Mascherine per bambini: quali scegliere e tutto ciò che c’è da sapere

Le mascherine per bambini - con disegni, personaggi e coloratissime - rappresentano un accessorio quotidiano utile per limitare il contagio. Ma quali mascherine scegliere per i più piccoli? Ecco cosa c’è da sapere.

Mascherine per bambini

Foto Shutterstock | FamVeld

Le mascherine sono entrate a far parte della nostra vita quotidiana, volenti o nolenti, uno dei tanti accessori del nostro outfit giornaliero.
In questo periodo è fondamentale seguire tutte le regole possibili per metterci al riparo da questa pandemia. Lo shop di tantasalute.it per questo motivo ha messo in vendita mascherine FFP2 DPI certificato UE, facili da indossare e riutilizzabili. In questo momento storico utilizzare le mascherine è importante, oltre che per la sicurezza di tutti noi, anche per evitare multe salate. Per approfittare dell’offerta, cliccate qui sotto.

A causa della pandemia da Coronavirus (SARS-CoV2), siamo chiamati a indossarle per proteggere noi stessi e gli altri dall’eventuale contagio, sperando che l’emergenza da COVID-19 finisca presto e di poter tornare alla vecchia normalità. La mascherina va utilizzata sui mezzi pubblici, nei negozi e, più in generale, nei luoghi in cui non si può ricorrere al distanziamento sociale. Ma per quanto riguarda i bambini, come comportarci? Quali mascherine scegliere? Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Le migliori mascherine per bambini: da che età e quali scegliere

Sul sito del Ministero della Salute è indicato che la mascherina è obbligatoria per i bambini dai 6 anni in su. Occorre prestare attenzione per evitare che vengano usate mascherine troppo grandi e scomode per il viso. La Società Italiana di Pediatria pensa che le mascherine per bambini siano adatte dai 3 anni in su: non vanno, infatti, mai indossate nei bimbi con meno di 3 anni. Nel documento, i pediatri forniscono le seguenti indicazioni:

  • dai 37 mesi ai 6 anni, il consiglio è quello di ricorrere a mascherine con una componente elastica che possa assicurare una corretta adesione al viso, materiale non allergizzante e caratteristiche anti-soffocamento;
  • dai 7 anni ai 18 anni, mascherine per l’età adulta.

Quali sono le migliori mascherine per bambini, dunque? Quali scegliere? Prima di tutto, una buona mascherina è opportuno che copra sia naso che bocca e che sia comoda da indossare. La dimensione ideale è di 12 x 25 centimetri ma, ovviamente, si tratta solo di indicazioni perché il viso di un bimbo di 6 anni è certamente diverso da quello di uno di 11 anni.

Per quanto riguarda i tipi di mascherina e la protezione, vanno bene le mascherine chirurgiche o quelle in stoffa o TNT con un tessuto che sia traspirante, multistrato, morbido e confortevole e che aderisca bene a naso e bocca: queste non proteggono dal contagio, ma impediscono alle goccioline emesse di contagiare gli altri; ragion per cui è necessario prestare, comunque, attenzione al distanziamento sociale e all’igiene delle mani.

È consigliabile che i bambini ad alto rischio o affetti da malattie croniche indossino delle mascherine per bambini FFP2 senza valvola – quelle con valvola non proteggono gli altri – che riducono al minimo il rischio di essere infettati.

Le mascherine acquistate devo essere marcate CE, che ne garantisce la produzione nel rispetto delle normative vigenti.

Mascherine per bambini: le marche migliori trovate sul Web

Per rendere un gioco l’uso di mascherine per bambini, in commercio ne esistono diversi tipi. Ci sono mascherine coloratissime, con disegni o anche personalizzabili. Su Amazon, c’è un’ampia scelta di mascherine per bambini, anche lavabili e riutilizzabili.

Le Dr. Talbot’s Nuby sono delle mascherine con disegni per bambina, dieci pezzi, con filtro a tre strati – tessuto non tessuto e in tessuto filtrante – facili da indossare, morbide per le orecchie e monouso. Le Kanguru – in set da due pezzi – sono delle mascherine 100% cotone, lavabili, riutilizzabili, con elastici regolabili e adatti a bambini dai 6 ai 12 anni. In entrambi i casi, non si tratta di dispositivi medici – DM, ai sensi del Regolamento UE / 2017/745, come le maschere chirurgiche – né di protezione individuale – DPI ai sensi del Regolamento UE / 2016/425, come le maschere filtranti – ma sono delle mascherine in stoffa o TNT indicate per limitare la diffusione delle goccioline di secrezioni respiratorie.
In farmacia, è possibile trovare mascherine per bambini lavabili e non solo, come quelle Chicco o le mascherine Akzenta Smily Edition, che sono comode da indossare. Online è possibile trovare mascherine per bambini di tutti i tipi; quelle con personaggi e disegni, colorate, sono sicuramente quelle che i più piccoli preferiscono: le mascherine Ansell, ad esempio, sono tra queste, in stile pieghettato con elastici auricolari, a tre strati e sono disponibili in vari colori e modelli.

Come disinfettare le mascherine

Le mascherine sono, generalmente, monouso – come spiegato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dal Ministero della Salute – ma è possibile disinfettarle e riutilizzarle, purché in buono stato e generalmente per non più di tre volte. Come? Lavando bene le mani, togliendo la mascherina dagli elastici, lavando nuovamente le mani, riponendo la mascherina su una superficie igienizzata, spruzzando alcool al 70% su tutta la sua superficie e facendola asciugare, prima di conservarla in una busta di plastica.

Consigli utili: Disinfettare le mascherine chirurgiche, FFP2, di stoffa

Le mascherine in stoffa o TNT, ovvero quelle lavabili, possono essere igienizzate con detersivo, se resistenti a lavaggio a 60 gradi. Per eventuali dubbi, chiedete sempre il parere al medico, che saprà consigliarvi al meglio.

Parole di Elena Arrisico