Il fondotinta c'è ma non si vede: il nuovo make-up trend è pelle nuda

La bellezza deve essere naturale e non artefatta, dove i difetti non sono mascherati ma semplicemente attenuati: a questo nuovo concetto si adegua il make-up, con prodotti impercettibili ma luminosi

trend fondotinta estate 2021

Foto Getty Images | Rosdiana Ciaravolo

In fatto di make-up, uno degli ultimi trend è la naturalezza, soprattutto per quanto riguarda la base. Il fondotinta non deve coprire in maniera assoluta, ma semplicemente perfezionare: i pori e le leggere imperfezioni devono vedersi, in un inno alla liberazione del viso dai filtri, fisici e digitali.

Ciò che è considerato un difetto da coprire viene ora accettato e accolto come parte integrante della normalità del viso. Questa tendenza non è solo legata al trucco, ma è una riflessione profonda sulla bellezza e sulla sua percezione, completamente cambiata e, in un certo senso, opposta a quella mostrata sui social.

Infatti, siamo ormai abituati a vedere e condividere foto esclusivamente ritoccate, anche in maniera impercettibile, ma raramente sincere: questo comporta un inevitabile senso di inadeguatezza in chi guarda, portato spontaneamente al paragone.

Fondotinta-non fondotinta: i prodotti più performanti

I brand hanno subito colto al balzo questo cambiamento nella beauty community on e offline, proponendo fondotinta-bb cream liquidi dalla coprenza ridotta, ma assolutamente capaci di donare un aspetto più luminoso e sano, con l’incarnato perfezionato nelle leggere discromie.

Il primissimo è stato Fenty, con il suo Eaze Drop: in 25 tonalità universali che si adattano a più incarnati, è resistente e opacizzante, pensato quindi anche per le pelli miste o grasse.

Applicato con il pennello ha una coprenza maggiore, con le dita invece è molto leggero, ottimo per quando fa caldo.

Stesso concetto per un prodotto dal nome inequivocabile: Skin realist di Nabla è molto morbido e malleabile. È la perfetta fusione tra make-up e la skincare grazie all’alta concentrazione di acido ialuronico, ed è disponibile in 6 tonalità estremamente versatili proprio per la leggerezza del fondotinta.

Il risultato è una pelle molto rimpolpata: si adatta alla perfezione alle pelli disidratate, sia secche che grasse, in maniera invisibile.

Il True Skin Hydrating Foundation di Catrice, invece, dona molta luminosità al viso rendendo questo fondotinta più indicato per le pelli secche.

In generale, è meglio settarlo con un po’ di cipria nella zona T per garantire lunga durata, ma l’effetto rimarrà assolutamente quello di seconda pelle. Assolutamente impercettibile, è il miglior prodotto low cost della categoria. Purtroppo, al momento in Italia sono disponibili pochissime colorazioni.