Come fare le linguine con vongole e cime di rapa a regola d'arte

Le linguine alle vongole sono una grande classico della nostra cucina: oggi ve ne proponiamo una deliziosa variante con cime di rapa

Linguine vongole e cime di rapa

Foto Shutterstock | Larisa Blinova

In vista del cenone Natale, vi avevamo svelato i segreti per preparare gli spaghetti alle vongole a regola d’arte. Un grande classico della cucina italiana, di cui, questa volta, vi proporremo una variante, che prevede l’aggiunta di un ingrediente invernale che amiamo moltissimo: le cime di rapa. Altrimenti conosciute come “friarielli”, le cime di rapa sono da sempre presenti nella cucina del centro-sud, ma negli ultimi anni hanno conquistato i palati di tutta Italia con il loro sapore peculiare, leggermente amaro e piccante. Oggi, vi spiegheremo, dunque, come preparare le linguine con vongole e cime di rapa a regola d’arte.

Linguine con vongole e cime di rapa: tutti gli ingredienti

Gli ingredienti che vi occorrono per la preparazione di questo piatto sono davvero semplici, quindi la qualità è la vera protagonista della vostra spesa. Il formato della pasta può variare in base ai propri gusti, ma il nostro suggerimento cade sulle linguine, che, a differenza degli spaghetti, non hanno una forma cilindrica, bensì appiattita: in questo modo il sugo riesce a scivolare più facilmente e l’effetto sarà una cremosità, altrimenti difficile da raggiungere. Le cime di rapa devono essere ovviamente freschissime, così come le vongole veraci che dovrete far spurgare in acqua fredda e sale per almeno un’ora, avendo cura di rimuovere qualsiasi traccia di sabbia.

Ingredienti

  • 500 grammi di cime di rapa
  • 1 chilogrammo di vongole veraci
  • 1 spicchio d’aglio
  • un peperoncino
  • 2 acciughe sott’olio
  • olio extravergine di oliva, quanto basta
  • 320 grammi di linguine
  • poca scorza grattugiata di limone biologico
  • pane raffermo
  • pecorino grattugiato

Preparazione linguine alle vongole e cime di rapa

Vongole: come eliminare la sabbia e cuocerle in un tegame

Iniziamo ora con la preparazione delle vongole.

  • Mettete in un tegame uno spicchio di aglio e un filo di olio extravergine
  • fate scaldare e unite le vongole.
  • Coprite il tegame e fate cuocere a fuoco alto, fino a quando le vongole non si saranno aperte.
  • Eliminate quelle rimaste chiuse, togliete i molluschi dai gusci, conservandone alcune intere per decorare il piatto, e filtrate l’acqua delle vongole.

Cime di rapa: come pulirle e farle appassire

  • A parte pulite le cime di rapa, eliminando i gambi e tagliando con un coltello le cime con i fiori.
  • Lavate accuratamente e aggiungetele in una padella con un po’ di olio extravergine, uno spicchio d’aglio, un paio di acciughe sott’olio e un pizzico di peperoncino.
  • Aggiungete un mestolo di acqua bollente leggermente salata e lasciatele cuocere, fino a quando non saranno appassite e l’acqua non sarà evaporata.
  • A questo punto, frullate le cime di rapa con l’acqua delle vongole. Aggiustate di sale, olio e peperoncino e completate con una leggera grattugiata di scorza di limone.

Linguine con vongole e cime di rapa: il tocco finale

  • Frullate grossolanamente il pane raffermo e fatelo saltare in padella con un filo di olio extravergine.
  • Intanto, buttate la pasta, scolatela al dente e fatela “risottare” in un tegame con la crema di cime di rapa ed eventualmente un po’ di acqua di cottura.
  • Unite le vongole e mantecate con un po’ di pecorino.
  • Servite le linguine con cime di rapa e vongole, guarnendo il piatto con le briciole di pane fritto e le vostre linguine sono pronte per essere servite in tavola.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.