L'inserimento alla scuola dell'infanzia: ecco come funziona

Pochi e semplici consigli su come affrontare al meglio l'inserimento alla scuola materna!

L’inserimento alla scuola dell’infanzia: ecco come funziona

Foto Pexels | cottonbro da Pexels

Un passo importante per genitori e bambini è quando arriva il momento dell‘inserimento alla scuola dell’infanzia, chiamata anche con il nome di scuola materna. Molti genitori lo vivono come un distacco, come un piccolo trauma, lo stesso discorso vale per i più piccoli di casa. Con pochi e semplici consigli, però, potreste prendere in mano la situazione e vivere questo momento in maniera serena e tranquilla. Di seguito vi spieghiamo come funziona l’inserimento alla scuola dell’infanzia e alcuni suggerimenti su come affrontare al meglio questo momento!

Come funziona l’inserimento alla scuola dell’infanzia

Grazie alla scuola i bambini imparano a relazionarsi con altri bambini, ecco perché è importante affrontare questo primo step con serenità. L’ambiente scolastico è una novità per loro, quindi è quasi inevitabile che il bambino pianga al momento del distacco.

Innanzitutto, i genitori giocano un ruolo molto importante: il vostro umore coincide molto sull’inserimento del bambino, quindi mostratevi felici e provate a trasmettere a vostro figlio tutto l’entusiasmo per questo nuovo inizio. Non paragonatelo mai agli altri bambini, ognuno ha i suoi tempi così come vostro figlio. L’inserimento deve avvenire in maniera graduale e lenta, preparatevi a piccoli step da fare giorno dopo giorno. Non tutti i bambini affrontano l’inserimento alla scuola materna in maniera uguale, c’è chi ci impiega più tempo e chi, invece, non versa una lacrime nemmeno il primo giorno.

I primi giorni potrebbero essere davvero tosti, l’importante è mostrarsi sempre sinceri con il bambino. Quindi, non sparite mai all’improvviso, ma salutatelo sempre prima di andare via. Un altro step fondamentale è mantenere le promesse, in questo modo manterrete un rapporto di fiducia di cui il bimbo ha sicuramente ancora più bisogno in un momento così delicato per lui.

Un ultimo consiglio, non meno importante, è leggere dei racconti sulla scuola ancora prima dell’inizio dell’anno scolastico. In questo modo, preparerete molto lentamente i bambini all’inserimento e scopriranno, grazie al vostro aiuto, questo nuovo mondo.

Quanto dura l’inserimento?

La domanda sorge spontanea: se l’inserimento avviene in maniera graduale, può durare anche più di un mese? In realtà no, infatti molte scuole impongono la durata dell’inserimento di circa due settimane. La modalità può cambiare, così come la durata, quindi per avere certezze a riguardo non dovete fare altro che informarvi presso la scuola in cui andrà il vostro bambino.

Parole di Chiara Ricchiuti