Demisessualità: cosa significa essere demisessuali?

La demisessualità è l'inclinazione sessuale di chi prova attrazione fisica solo nei confronti delle persone verso cui sente affetto. Ma non deve essere confusa con l'asessualità

Coppia a letto

Foto Pexels | Andrea Piacquadio

Quello della sessualità non è un mondo lineare, dai confini ben definiti, ma al contrario, rappresenta un aspetto complesso e ricco di sfaccettature della vita umana. Ebbene, forse avventurandovi negli infiniti meandri della sessualità, vi sarete imbattuti nel termine demisessuale. Ma cosa si intende di preciso quando si parla di demisessualità?

Che cos’è la demisessualità

Si tratta di una precisa inclinazione sessuale. Le persone che ci si identificano provano attrazione solo per coloro con cui condividono un profondo legame emotivo e affettivo. In questo senso, la demisessualità è considerata uno spettro specifico dell’asessualità.

I due concetti però non vanno assolutamente confusi. Gli asessuali infatti non provano interesse verso il sesso. Al contrario, i demisessuali sì. Semplicemente, le persone demisessuali non collocano l’attività sessuale al primo posto e per questo non sono particolarmente propensi nei confronti dei rapporti occasionali, nei quali manca completamente la componente del sentimento.

In sostanza, i demisessuali provano stimoli e attrazione soltanto quando sentono un sentimento romantico, emotivo e affettivo verso il partner. Potremmo dire che le persone demisessuali non sperimentano mai l’attrazione fisica a prima vista nei confronti dell’altro.

Prescinde dall’orientamento sessuale

Chiunque può essere demisessuale, a prescindere dal proprio orientamento sessuale. Ciò che contraddistingue la persona demisessuale infatti è la mancanza di interesse sessuale senza la componente affettiva.

L’inibizione nei confronti dell’altro diminuisce soltanto quando il rapporto diventa più profondo, dunque dopo aver instaurato una relazione affettiva.

Come riconoscersi demisessuale

Nel mondo della sessualità non esistono confini e linee di demarcazione, di conseguenza non è neanche giusto o possibile parlare di segnali per riconoscere la propria demisessaulità.

Esistono però alcuni tratti comuni che emergono dalle testimonianze di chi si è riconosciuto come persona demisessuale.

Impiegare più tempo per provare attrazione sessuale

Potrebbe esserti capitato di uscire con gli amici e notare delle differenze tra il loro e il tuo atteggiamento nei confronti degli atri.

Può darsi che loro si mostrassero subito interessati a qualcuno, mentre tu invece ne rimanevi completamente indifferente.

Sentimenti contrastanti rispetto al sesso

In passato potresti aver provato sentimenti contrastanti nei confronti del sesso. Potresti aver provato dell’imbarazzo o comunque potresti aver caricato di aspettative molto alte quel momento durante la frequentazione.

Storie nate da precedenti amicizie

Magari le tue relazioni sono nate a partire da amicizie. Magari hai sempre intrapreso delle storie con delle persone che già conoscevi e con cui ti fidavi.

La demisessualità permette al desiderio sessuale di nascere solo in presenza di un coinvolgimento emotivo molto forte, tipico dell’amicizia.