Consigli per viaggiatrici solitarie alla scoperta del Vietnam

Voglia di mettere lo zaino in spalla e partire per una meta esotica per fare un viaggio nella natura lussureggiante di un posto unico? Mettete passaporto e visto per il Vietnam in tasca e partiamo insieme alla scoperta di mete meravigliose!

Consigli per viaggiatrici solitarie alla scoperta del Vietnam

Foto Shutterstock | soft_light

Se sentite una irrefrenabile voglia di avventura e la vostra passione è viaggiare in giro per il mondo alla scoperta di posti incantevoli e del contatto con gente adorabile, allora un bel viaggio in Vietnam è la soluzione giusta per voi! Ma come organizzare un tour in Vietnam fai da te senza fare errori? Ma è semplice! Seguite i nostri consigli e prendete appunti, vi diamo tutte le informazioni necessarie per pianificare il vostro viaggio in solitaria in ogni dettaglio.

Come organizzare un viaggio in Vietnam: visti e documenti necessari

Prima di tutto chiariamo che per entrare e viaggiare senza rischi occorre un visto per il Vietnam che è meglio procurarsi prima di partire, e potete farlo comodamente al link che vi abbiamo indicato. Dopo che il visto per il Vietnam sarà stato rilasciato, lo troverete in formato digitale via e-mail e a voi non resterà altro da fare che stamparlo e portarlo con voi insieme agli altri documenti.

Il visto di ingresso per il Vietnam è necessario per viaggi superiori ai 15 giorni, cioè se vi limitate a stare nel Paese per 14 giorni non vi sarà richiesto alcun visto. Ma ovviamente avrete bisogno del passaporto in regola, che in questo caso deve essere valido almeno per altri sei mesi prima di giungere a scadenza. Anche stipulare un’assicurazione vi permette di viaggiare più tranquille e affrontare eventuali imprevisti più serenamente.

A causa dell’emergenza Covid-19 per viaggiare in Vietnam occorre fare dei tamponi molecolari o antigenici e il risultato deve essere negativo. I primi vanno effettuati massimo 72 ore prima, mentre i secondi devono risalire al massimo a 24 ore prima della partenza.

Una volta aver ricevuto l’esito del test Covid-19, i viaggiatori devono compilare la dichiarazione sullo stato di salute obbligatoria presso le autorità vietnamite. Per essere aggiornati e sapere come fare date uno sguardo al sito Viaggiare Sicuri della Farnesina.

Come arrivare in Vietnam e come spostarsi

Una volta organizzati i documenti vediamo come arrivare in Vietnam e come spostarsi nel Paese. Dall’Italia ci sono collegamenti aerei dalle principali città italiane ma non con voli diretti, quindi dovete prevedere almeno uno scalo. Per tutte le informazioni relative al volo, tipo le cose vietate nel bagaglio a mano fate riferimento alla compagnia aerea che avete scelto.

Gli aeroporti principali sono il Tan Son Nhat Airport della città di Ho Chi Mihn e iI Noi Bai Airport di Hanoi. Qualche volo internazionale serve anche Danang e da Bangkok si parte per quasi tutti i voli interni.

Una volta arrivate:  tenete presente che i voli interni sono tutti gestiti dalla compagnia di bandiera Vietnam Airlines, dunque i biglietti hanno prezzi abbastanza alti. Ad ogni modo potete usare tranquillamente i treni, gli autobus e i minibus locali che percorrono l’intero paese e costano pochissimo.

Potete anche affittarne uno e stare più comode (ricordate che si guida a destra e occorre la patente valida). In alternativa potete pagare un taxi, noleggiare un auto con guidatore o usare il servizio Uber. Se non avete timore del traffico stradale intenso e amate la bike potete anche girare per le strade in bicicletta. O farvi dare un passaggio dai cyclo o dalle motorette.

Vietnam: cosa vedere?

Quali sono i posti da vedere assolutamente in Vietnam? Ovviamente la capitale Hanoi, una città moderna e antica allo stesso tempo, una metropoli sofisticata con grattacieli che convivono con la città vecchia piena di tempi e pagode buddiste: un vero e proprio spettacolo da vedere almeno una volta nella vita.

La Crazy House di Da Lat è uno degli alberghi più strani del mondo. Sapete perché l’Hang Nga Guesthouse Hotel è stata ribattezzata Casa Pazza? Perché è un edificio dalle forme non convenzionali che sembra più che altro un’opera d’arte fantasiosa, una sorta di albero contorto che ingloba le camere della guesthouse. Un’opera di architettura unica che vale la pena visitare!

Albergo pazzo in Vietnam a forma di albero Crazy house di Da Lat
Foto Shutterstock | Svetlana Eremina

Poi non perdetevi le spiagge tropicali. Una delle migliori destinazioni nel Nord del Vietnam è la baia di Ha Long che si trova a circa 170 km da Hanoi. È patrimonio Unesco e non a caso è la località più visitata di tutto il Vietnam. Il panorama che regala è mozzafiato con i suoi faraglioni che dall’acqua smeraldina si alzano verso il cielo. Dalla Baia di Ha Long è possibile raggiungere l’isolotto Lan Ha Bay e anche partire con crociere da 1 a 3 giorni per visitare le altre baie del Paese.

Nel Vietnam Centrale si trovano spiagge meravigliose, da quelle attrezzate di Da Nang a quelle più selvagge di Qui Nhon passando per Hoi An, la città delle lanterne. Infine nel Vietnam del Sud potete visitare spiagge tropicali eccezionali e molto ben attrezzate, come quelle di Nha Trang, Doc Let, Mui Ne,  l’ideale per chi ama rilassarsi in vacanza al mare. E poi ci sono le Isole, riserve naturali da scoprire passo dopo passo o le gite in barca nel Delta del Mekong. Insomma, le cose da fare e vedere in Vietnam sono davvero tante!

Quando è meglio partire per il Vietnam

Quale è il periodo migliore per fare un viaggio in Vietnam? Data la vastità del territorio che prendiamo in esame, va detto che il clima nelle due principali città, Hanoi al nord e Ho Chi Minh City (l’ex Saigon) al sud, presenta caratteristiche molto diverse con temperature più alte nelle regioni del Sud.

Vietnam del Nord

Per semplificare possiamo dire che al nord il clima è caratterizzato da due stagioni. Da novembre ad aprile è inverno e le temperature medie sono comprese tra i 16 e i 23 gradi, con minime intorno ai 10-15 gradi e limitate precipitazioni. Da maggio ad ottobre è estate e le temperature diventano anche più alte e si toccano i 35 gradi. Il tasso di umidità è molto alto, le piogge abbondanti e si possono verificare tifoni e cicloni.

Vietnam Centrale

Il clima del Vietnam centrale è tropicale, con due stagioni principali, la stagione delle piogge che va da maggio a gennaio, e la stagione secca con un clima asciutto che va da novembre a marzo. Nel periodo settembre-novembre sono possibili tifoni.

Vietnam del Sud

Nel Vietnam del Sud il clima è sub-equatoriale con due distinte stagioni: quella umida che va da maggio a novembre, in cui piova praticamente quasi ogni giorno e si possono verificare dei tifoni, e quella secca che va da dicembre ad aprile che è caratterizzata da clima caldo e umidità non eccessiva.

Quindi diciamo che il periodo migliore per viaggiare in Vietnam è tra febbraio e aprile.

In conclusione, con il vostro visto per il Vietnam in tasca e le dritte che vi abbiamo dato potete organizzare il vostro viaggio alla scoperta di questo Paese ricco di storia e di bellezze naturali incomparabili!