Come sedersi correttamente, le regole salva-schiena

trascorriamo buona parte della nostra giornata seduti, per studiare, lavorare o semplicemente rilassarci. Ma siamo sicuri di farlo nel modo corretto?

Ragazza seduta correttamente

Foto Shutterstock | G-Stock Studio

Come sedersi correttamente è davvero importante: trascorriamo infatti buona parte del nostro tempo seduti, magari senza farci nemmeno troppo caso. Una postura scorretta, però, può nuocere alla nostra salute e portarci a soffrire di dolori alla schiena o alla cervicale, tanto per fare un esempio, oppure ad avere problemi di circolazione.

Lo sappiamo: quando si tratta di trascorrere molte ore seduti, per studio o per lavoro, può essere difficile sedersi in maniera corretta. La prima nemica è la stanchezza, che ci porta a rilassare la muscolatura e ad inarcare la schiena; la seconda è la comodità: ci sono infatti posizioni che al momento ci sembrano più comode, ma a lungo andare causano fastidi o problemi. Quando vi sentite stanchi, quindi, alzatevi, sgranchitevi e fare qualche passo, anche semplicemente all’interno della stanza in cui vi trovate.

Come sedersi correttamente: le regole generali

Vediamo per prima cosa le regole di base da seguire per sederci in maniera corretta, in modo da evitare problemi. E’ estremamente importante, dal momento che la maggior parte delle persone che vivono nella cosiddetta società industrializzata svolge lavori che lo tengono per il 75% della sua giornata incollato ad una sedia. Ecco quindi alcune regole da seguire:

  • usare sedie con un supporto per i glutei abbastanza ampio;
  • tenere testa, schiena e spalle erette, ma non rigide;
  • tenere le braccia ad angolo retto, meglio se appoggiate sui braccioli;
  • tenere le ginocchia piegate ad angolo retto
  • i piedi devono essere uno di fianco all’altro, ben appoggiati per terra;
  • non stare seduti sul bordo della sedia con il busto in avanti;
  • evitare di tenere le gambe accavallate o i piedi incrociati;
  • non appoggiare le spalle allo schienale della sedia;
  • evitare di tenere il bacino sulla punta della sedia;
  • non stortare il corpo di lato facendo gravare buona parte del peso su un avambraccio.

Come sedersi correttamente alla scrivania

Se passate molto tempo alla scrivania, per studiare o lavorare, dovreste proprio sapere come sedersi correttamente, altrimenti non solo la vostra schiena ne potrebbe risentire, ma anche la circolazione: avvertite mai un certo formicolio alle dita? E’ un chiaro segnale che la vostra postura non è corretta!
Sedetevi quindi con la schiena dritta, spostando indietro i fianchi fino al bordo dello schienale e posizionando le ginocchia praticamente alla stessa altezza dei fianchi. Lo schienale perfetto dovrebbe avere un’inclinazione di 100/110 gradi; per mantenere una posizione corretta potete aiutarvi con dei cuscini.

Come sedersi correttamente al computer

Buona parte di noi trascorrono la maggior parte della giornata davanti ad un computer, quindi diventa più che mai necessario sapere come sedersi correttamente. In primo luogo, la sedia dovrebbe essere regolata in maniera tale da permetterci di tenere il bacino aderente alla sedia, i piedi ben appoggiati a terra e le ginocchia allo stesso livello dei fianchi o poco più basse. La spalliera dovrebbe avere un’inclinazione di circa 100/110 gradi; le braccia dovrebbe essere appoggiate sui braccioli ad angolo retto e in maniera rilassata.

Passiamo al computer: la tastiera dovrebbe essere direttamente davanti al corpo e inclinata per mantenere i tasti più frontali possibili. Anche l’altezza è importante: la posizione della tastiera dovrebbe consentire di tenere le spalle e i gomiti rilassati e i polsi ben dritti. A questo proposito si può valutare l’idea di usare un poggiapolsi. Il mouse deve essere il più possibile vicino alla tastiera.

Anche il monitor va regolato bene, per non essere obbligati a tenere il collo in una posizione non corretta, provocando tensioni muscolari e problemi. Dovrebbe essere di fronte al corpo, centrale, con la parte superiore appena più in alto del livello degli occhi.

Le regole per sedersi correttamente sul divano

Una postura corretta è necessaria anche quando ci si siede sul divano: sedersi in modo scomposto sul divano, infatti, è una delle principali cause di mal di schiena. Anche quando si è molto stanchi, è bene assicurarsi che la parte lombare staccato dallo schienale, mantenendo le curve fisiologiche della colonna vertebrale. Un cuscino potrà mantenere la testa, che dovrà essere parallela alla schiena. In ogni caso, non bisogna stare troppo a lungo sul divano, al massimo un paio d’ore, alzandosi ogni tanto per fare qualche passo. Ricapitoliamo come sedersi correttamente sul divano:

  • bacino aderente allo schienale del divano;
  • parte lombare leggermente staccata dallo schienale per mantenere una curvatura fisiologica della schiena;
  • dorso a contatto con lo schienale;
  • testa e collo paralleli alla colonna vertebrale, ma rilassati;
  • cosce perpendicolari alla schiena;
  • gambe in posizione seduta con i piedi appoggiati a terra oppure sollevate.

Come sedersi in auto correttamente

Anche sedersi correttamente in auto è importante, soprattutto se si trascorrono molte ore al giorno alla guida. Esattamente come per il divano, bisogna stare attenti a non sprofondare nel sedile. Una buona postura in auto ci vede seduti con la parte inferiore della spina dorsale a contatto con il sedile e con le gambe non troppo contratte.